Blub e la street art a Firenze

Blub e la street art a Firenze
Articles
16Aprile2018

Itinerario-intervista con la mano anonima che nelle strade di Firenze rifà il make up alle icone dell’arte

Sono un artista, fiorentino anonimo. È successo tutto per caso, senza pensarci. La mattina del 5 novembre 2013, i cittadini dell’Oltrarno si svegliarono trovando una sorpresa. Alcuni sportelli dei servizi dell’acqua e del gas erano “ricoperti” da copie di dipinti firmati Blub, la Monnalisa, La Dama con l’ermellino e Leonardo, tutti con le stesse caratteristiche: maschera subacquea, bolle d’aria, e un colore di sfondo, il Blu. Ecco la trasformazione di uno sportello “graffitato” e deturpato in un arredo urbano grazie ad un omaggio ad icona storica.

Un attimo di leggerezza, stimolato da un’opera d’arte, che però si può trasformare in riflessione... si può guardare avanti, sicuri che questa crisi incombente possa trasformarsi in una bella opportunità. Per questo ho iniziato a fare street art.

La tua prima memoria davanti a un’opera d’arte?
Ricordo l’emozione che provai da piccolissimo la prima volta nella Loggia dei Lanzi, con mio padre.

Il museo di Firenze che non ti stanchi di visitare?
Ho un debole per la Galleria dell’Accademia, in particolare per i lavori incompiuti di Michelangelo. La serie dei tuoi lavori è intitolata ‘L’arte sa nuotare’, cosa vuol dire?
Come artista sono entrato in crisi molte volte, solo nel tempo ho imparato a gestire questi momenti che mi hanno spinto, oltre la mia zona di comfort, a trovare altre soluzioni. Ho imparato e fatto mio il concetto di resilienza, ho percorso altre strade che non avrei potuto vedere.

Blub prende forma e visibilità per trasmettere questo messaggio, risultato di una crescita artistica e spirituale. Le icone rivisitate sono un codice di comunicazione subito riconoscibile, fanno parte del linguaggio universale dell’arte. Hanno una maschera per vedere oltre, sanno respirare quando sono sott’acqua.

Possiamo conoscere il tuo nome, la tua età e la città dove sei nato?
Sono toscano ma non chiedetemi altro, altrimenti che anonimato sarebbe? Blub è solo un progetto che avrà una sua conclusione, nella mia vita artistica. Quando avrò terminato, vi rilascerò un’intervista esclusiva con le mie generalità...forse! ;-))))
 

Commenti