Le mostre top di questo inverno in Toscana

Le mostre top di questo inverno in Toscana
Articles
20Novembre2017

Da Keith Haring a Esher, le esposizioni da segnare in agenda

FIRENZE

Lo spazio di Palazzo Strozzi regala questo inverno (fino al 21 gennaio 2018) una mostra dalle forti emozioni cromatiche e formali, che raccontano Il Cinquecento a Firenze. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna, con l’esposizione possente di oltre settanta opere di artisti che nel capoluogo parlarono, vissero e cambiarono il modo di concepire lo spazio e la misura.

A Palazzo Medici Riccardi, invece, è stata allestita - fino al 4 febbraio 2018 - la mostra Made in New York. Keith Haring (Subway drawings) Paolo Buggiani and co. La vera origine della street art, un dialogo aperto tra cultura del Graffitismo e dimensione della Street Art, per comprendere un’arte che ormai è quotidiano. Fino al 21 gennaio 2018, poi, Piazza della Signoria ospita il colosso dello svizzero Urs Fischer: Big Clay #4, dodici metri di metallo ultracontemporaneo.

SIENA

Nello stratificato Complesso museale di Santa Maria della Scala, fino al 21 gennaio 2018, sarà in mostra Ambrogio Lorenzetti, di cui si potranno ammirare il ciclo di affreschi staccati della cappella di San Galgano a Montesiepi e il polittico della chiesa di San Pietro in Castelvecchio a Siena, un’occasione unica per comprendere i volti di un artista che rappresenta un nuovo modo di vedere il mondo e il Medioevo.

PISA

Gioca su due tavoli Palazzo Blu e presenta una retrospettiva fotografica dedicata a Il Sessantotto: immagini di una stagione pisana (firmata da Luciano Frassi) ed Escher. Oltre il possibile - a cura di Stefano Zuffi - una rassegna completa dei capolavori dell’ipnotico artista olandese, articolata in nove tappe per scoprire l’evoluzione del pensiero e del razional-onirico stile di Escher.

PRATO

Un percorso espositivo che si sdoppia tra l’ala grande del nuovo Centro Pecci e parte del vecchio edificio, la mostra dal filosofico titolo Dalla caverna alla luna. Viaggio dentro la collezione del Centro Pecci, per raccontare gli ultimi trent’anni del patrimonio raccolto, aperta fino al 28 gennaio 2018, proprio come Legati da una cintola - L’Assunta di Bernardo Daddi, allestita nel Museo di Palazzo Pretorio, nel quale si racconta l’affascinante storia della città nel Trecento.

Commenti