La nuova Luxury Lounge dell’Harry’s Bar

La nuova Luxury Lounge dell’Harry’s Bar
Articles
17Dicembre2018

Lo storico locale festeggia i suoi 65 anni con un nuovo spazio esclusivo al primo piano

65 anni di Harry’s Bar a Firenze. Per celebrare l’importante ricorrenza la famiglia Bechi, proprietaria del locale, ha deciso di creare al primo piano la nuova Luxury Lounge.
Una sala sullo stile del piano inferiore, con cinque finestre affacciate sul lungarno e un banco bar con un tema tutto nuovo: le piante di arancio che ricordano Simonetta Vespucci, nobildonna italiana, tra le più note del Rinascimento, e musa di Botticelli, che l’ha resa eterna immortalandola in alcuni dei suoi dipinti più famosi.

Lunghissima la lista dei personaggi noti che si sono seduti in questo locale, l’unico Harry’s Bar al mondo che discende direttamente da quello di Venezia, della famiglia Cipriani. Tra questi Richard Burton in compagnia di Liz Taylor, Greta Garbo e Margaux Hemingway, attrice e nipote del grande Ernest, che volle far suo uno degli sgabelli del bar, attaccandoci sotto l’etichetta di uno champagne, ancora lì, dove lei la mise. E Robin Williams, che girò per Firenze una giornata intera con la maglietta del locale che gli diedero perché si era versato del vino sulla camicia. Ma anche Franco Zeffirelli, Paul Newman, il ferrarista Jean Alesi, 007 sir Roger Moore e Fernando Botero.

Un mito dal 1953. Sempre vivo tra i fiorentini. Imprenditori che pranzano ogni volta allo stesso tavolo, famiglie che si riuniscono la domenica, ma anche giovani che tra le eleganti boiseries festeggiano fino a notte fonda le nozze in mezzo agli amici, tra le note del piano bar e i cocktail del bar manager pluripremiato Thomas Martini.

Un menu di piatti e di cocktail che in 65 anni è rimasto inossidabile, accanto a nuove proposte che tuttavia non hanno mai risentito di mode. 

Commenti