Visioni sublimi

Visioni sublimi
Firenze
26Giugno2017
Teresa Favi ph. Lorenzo Cotrozzi

Quelle dalle terrazze più mozzafiato di Firenze

Firenze, come pochi altri luoghi al mondo, vanta il primato delle più belle vedute panoramiche sulla città e i suoi dintorni. E le terrazze sono luoghi di osservazione strategica ma anche di grande magia che, nella bella stagione, possono rivelarci prospettive e scorci altrimenti invisibili. Questi sono gli indirizzi da conservare se siete in cerca di sensazioni autentiche, da vivere a distanza, anche se breve, dai rumori e dalle vie più caotiche del centro storico.

Terrazza del Museo dell’Opera del Duomo
Sapevate che all’ultimo piano al Museo dell’Opera del Duomo c’è una terrazza, da dove sembra di poter toccare la Cupola del Brunelleschi con un dito? Ebbene proprio lì, a naso insù, è possibile riservare un’esperienza esclusiva: una ‘private visit’. Si parte dalla Cattedrale con un passaggio sulle sue due alte terrazze per poi visitare lo straordinario Museo adiacente. La visita si concluderà con un cocktail indimenticabile sulla terrazza del Museo. A rendere possibile questa magia è il destination website firenzeyesplease.com, creato dalla partnership delle 11 strutture alberghiere più importanti di Firenze. 

Terrazza degli Uffizi
Programmatevi una visita alle Gallerie degli Uffizi non al mattino come fanno quasi tutti i turisti ma a metà pomeriggio. Alla fine della visita non andatevene, perché qui viene il bello. Salite alla Caffetteria del museo e rimarrete senza parole. Vi troverete all’ora del tramonto sulla terrazza che sovrasta la Loggia dei Lanzi, e che offre una vista e prospettiva unica al mondo. Palazzo Vecchio e la Torre di Arnolfo, il Battistero e poi, uno dopo l’altro tutti i principali monumenti della città.
Fa gli stessi orari del museo e dunque è aperta tutti i giorni dalle 8.15 alle 18.50 e chiusa il lunedì. In pochi lo sanno, ma possibile riservarla per eventi privati quando è chiuso il museo. Uno dei modi per farlo è contattare Firenze Musei (ph. + 39 055 290383) o inviare una mail a a.malenotti@operalaboratori.com.

Terrazza del Museo Bardini
Nel complesso di Villa Bardini, ha sede un ristorante, La Leggenda dei Frati, che ha ottenuto quest’anno la sua prima stella Michelin: cucina innovativa impregnata di cultura del territorio, firmata dallo chef Filippo Saporito. La sua bella terrazza panoramica affacciata su uno dei più affascinanti scorci di Firenze dove vale la pena riservare per tempo uno dei 10 tavoli, a partire da questa estate, è affiancata da un seconda terrazza ‘Giardino dei limoni’ dove, per i suoi 6 piccoli tavoli, lo chef ha riservato un esclusivo percorso enogastronomico di 15 portate abbinate alla degustazione di 8 calici di vini diversi (costa S. Giorgio, 6/a - ph. +39 055 068 0545).

Terrazza del Museo degli Innocenti 
Siamo nel museo che ha aperto da poco più che un anno ed è parte del più longevo e noto istituto di carità di Firenze. Dopo il secondo piano, dove ha sede la Galleria con le opere di Botticelli, Ghirlandaio, Piero di Cosimo, Neri di Bicci e i della Robbia, si accede alla terrazza quattrocentesca e alla sua caffetteria, il Caffè del Verone. Aperta a tutti, tutti i giorni dalle 10 alle 19 è una struttura flessibile e trasparente in vetro e legno che si integra meravigliosamente con l’antica loggia aperta. Una colazione a base di squisitezze della pasticceria Robiglio da gustare con lo skyline fiorentino offerto dalla terrazza è una gratifica impagabile (piazza Santissima Annunziata, 13 ph. + 39 344 1350244).


Terrazza di Se.sto on Arno
Dalla terrazza all’ultimo piano del Westin Excelsior dove hanno sede il ristorante e il bar Se.sto on Arno non sfugge nessun monumento. La struttura avveniristica, un glass box realizzato con vetrate continue, lascia entrare la luce naturale ed enfatizza la vista a 360° su tutta la città, l’Arno e le colline. A pranzo e a cena (12.30-14.30, 19.30-22.30) si gustano i piatti eccellenti preparati dallo chef Matteo Lorenzini accompagnati da un’ottima selezione di etichette italiane ed internazionali. Il bar, aperto tutti i giorni dalle 12 alle 2, è uno dei luoghi icona per gli aperitivi fiorentini. L’ora dell’aperitivo è dalle 19 alle 21 (piazza Ognissanti, 3 – ph. +39 055 27151).


Terrazzino della Gioielleria Fratelli Piccini 
Al 23/r di Ponte Vecchio, dal 1903, si affacciano l’ingresso e le vetrine di questa storica gioielleria fiorentina, conosciuta in tutto il mondo per le sue magnifiche creazioni. Qui pochi fortunati possono fare un’esperienza indimenticabile sulla sua piccola ma davvero unica terrazza incastonata al centro del Ponte Vecchio, sotto al Corridoio Vasariano: una colazione all’alba oppure una cena romantica preparate dallo chef stellato Peter Brunel, saranno l’apice di un esclusivo viaggio nel mondo della Maison, dopo aver visitato l’ultimo laboratorio orafo ancora attivo sul Ponte Vecchio e aver ammirato i gioielli (tra cui la collezione di famiglia comprendente preziosi pezzi antichi di Fabergé e Ovchinnikov) con la possibilità di commissionarne uno su misura. Un’esperienza tailor-made disponibile poche volte l’anno. Ultra preziosa (solo su richiesta events@fratellipiccini.com).

‘La Terrazza’ del Continentale
Atmosfera suggestiva sullo sky lounge che si apre in cima alla Torre medioevale dei Consorti all’ultimo piano dell’Hotel Continentale dove tutti possono godere di una vista mozzafiato del tramonto sull´Arno. Tutto intorno: i capolavori di Firenze, dalla Cupola del Brunelleschi al Campanile di Giotto, a Ponte Vecchio. La Terrazza è uno dei The Place to Be per l’aperitivo con vista, ma non tutti sanno che è privatizzabile per eventi speciali, da promesse di matrimonio a feste di compleanno, o anche solo per una cena con vista su Firenze. Aperta tutti i giorni dalle 14 alle 22 (vicolo dell’Oro, 6 - ph. +39 055 27265987).

Terrazza della Suite 655 dell’Hotel Lungarno
Ha riaperto da poco dopo 6 mesi di ristrutturazione ed è l’unica struttura alberghiera nel cuore di Firenze direttamente sull’Arno, con vista in prima linea su Ponte Vecchio. Nelle camere e suite è distribuita una preziosa raccolta di artisti del ‘900, tra cui anche un Picasso e quattro Cocteau, ma l’hotel è anche un caleidoscopio di terrazze panoramiche (ben 18!) con affacci strepitosi. Una delle sue più belle terrazze è quella della suite 655, dove si può richiedere un aperitivo romantico o una cena stellata dello chef Peter Brunel (borgo S. Jacopo, 14 - ph. + 39 055 27261).

Terrazza Minerva
Questa terrazza con piscina, all’ultimo piano dell’omonimo hotel in piazza Santa Maria Novella, svela grandi sorprese. Prima fra tutti una veduta incomparabile sulla piazza e sulla bellissima chiesa progettata da Leon Battista Alberti, mentre di giorno il sole riverbera i lucernari che Michelucci sistemò sul tetto della ‘sua’ Stazione, indiscussa icona di architettura razionalista a Firenze.

Per chi ama l’ora del tramonto, la terrazza ha riaperto al pubblico per una nuova stagione di aperitivi bordo piscina ogni sera dalle 19. Menu completamente rinnovato, con ampia lista di cocktail ideati dal nuovo barman, che si ispirano al design dell’hotel e alla filosofia culinaria dello chef Tommaso Calonaci, fra tradizione e scoperta di nuovi sapori (piazza Santa Maria Novella, 16 – ph. +39 055 27230). 

Terrazza del The Student Hotel Florence Lavagnini 

20mila metri quadri ripensati all'interno dello storico Palazzo del Sonno per il debutto italiano della celebre catena olandese concentrata sull'ospitalità informale a prezzi accessibili The Student Hotel. Un'accoglienza modulata sui servizi e sulla condivisione di spazi piacevoli da vivere per tutta la giornata. L'offerta gastronomica seguita dalla squadra di La Menagere, segue con particolare attenzione la gestione dell'indimenticabile skybar con piscina, con una vista su Firenze assolutamente inedita.

Commenti