Apriti Cinema 2018

Apriti Cinema 2018
Articles
26Giugno2018

Il cinema all'aperto nel piazzale degli Uffizi. Scopri tutto il programma!

I media internazionali lo hanno descritto come il cinema più bello del mondo e non è un caso: si è riacceso il grande schermo di “Apriti Cinema!” nel piazzale degli Uffizi. Dopo il grande successo della scorsa estate, la nuova edizione della rassegna cinematografica allarga i confini, promettendo un mese e mezzo di proiezioni, dal giorno dopo San Giovanni (25 giugno) alla Liberazione di Firenze (11 agosto), e alternando film in lingua originale sottotitolati a pellicole più pop. 

A fare da capofila al progetto Spazio Alfieri, insieme a Schermo dell’Arte, Festival dei Popoli, Premio Fiesole, Map of Creation, NICE, Fondazione Sistema Toscana. Confermata la formula dell’ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

Sono 200 i posti a sedere nella platea di Apriti Cinema, ai quali si aggiungono gli spettatori di passaggio.

Il PROGRAMMA:

Martedì 26 giugno ore 22.00 Tshweesh

di Feyrouz Serhal (Libano, Germania, Spagna, Qatar, 2017, 24’). La Coppa del mondo di calcio inizia oggi e a Beirut la gente attende ansiosa il grande evento. Mentre la vita va avanti come sempre, anche in un giorno del genere, la telecronaca della prima partita sembra interrotta da strane onde audio.

Mercoledì 27 giugno ore 22.00 Nick Cave: 20.000 Days on the Earth

di Ian Forsyth, Jane Pollard (Gran Bretagna, 2014, 95’). Un'ode lirica e inventiva alla creatività, un viaggio poetico in una "giornata immaginaria" della vita di Nick Cave, mito musicale e icona culturale.

Giovedì 28 giugno ore 22.00 Susanna

di Howard Hawks (USA,1938, 102’). Un giovane zoologo, timido e studioso, si incontra casualmente con una ragazza capricciosa. Questa,con la ottima intenzione di aiutarlo, lo trascina in una serie di assurde avventure.

Venerdì 29 giugno ore 22.00 Sisak

di Faraz Ansari, (Italia, 2017 16')Sul treno che ogni giorno attraversa Mumbai, due uomini si avvicinano e si innamorano. I gesti, glioggetti e i piccoli rituali sono più potenti delle parole.

Scintille. Firenze: Generazione Trend di Bruno Casini e Carlo Gardenti (Italia, 2017, 54'). Alla presenza dei registi. Una full immersion nella moda e nell’estetica giovanile degli anni ottanta a Firenze.

Sabato 30 giugno ore 22.00 Una notte al Museo

di Shawn Levy (USA, 2006, 108') Larry Daley (Ben Stiller) è disoccupato e divorziato e rischia di perdere la custodia congiunta del figlio se non troverà un lavoro.

Domenica 1 luglio ore 22.00 National Gallery

di Frederick Wiseman (Francia/USA/Gran Bretagna, 2014, 180'). Cosa porta il più grande documentarista vivente a confrontarsi con uno dei musei più importanti del pianeta? A 84 anni Frederick Wiseman realizza un film unico, impossibile da raccontare se non con le bellissime immagini che affollano le tre ore di visione.

Lunedì 2 luglio ore 22.00 Koudelka Shooting Holy Land

di Gilad Baram, (Repubblica Ceca/Israele/Germania, 2015, 76'). Viaggio attraverso la Terra Santa alla scoperta di questa regione profondamente scossa dalle tensioni religiose e razziali.

Martedì 3 luglio ore 22.00 The president’s visit

di Cyril Aris (Libano, 2017, 19’) . Alla presenza del regista. Quando un piccolo paese di pescatori viene a sapere che il Presidente della Repubblica visiterà segretamente il loro locale negozio di sapone, tutti iniziano una lotta senza fine per pulire e mantenerla perfetta immagine della loro cittadina.

Mercoledì 4 luglio ore 22.00 Joe Strummer: The Future is Unwritten

di Julien Temple (Irlanda/Gran Bretagna, 2007, 124’). Il documentario, diretto dal celebre regista britannico Julien Temple, è dedicato alla vita e le opere di Joe Strummer, leader e chitarrista delle punk rock band The Clash e, in seguito dei Joe Strummer and the Mescaleros. Con testimonianze di alcuni fan d'eccezione come Bono, Johnny Depp, Matt Dillon,Steve Buscemi. 

Giovedì 5 luglio ore 22.00 Premio Fiesole ai Maestri del Cinema

Venerdì 6 luglio ore 22.00 2001 Odissea nello spazio

di Stanley Kubrick (USA/Gran Bretagna, 1968, 140'). La proiezione verrà introdotta dal Prof. Roy Menarini (UniBo). Alle 19.00 a La Compagnia (Via Cavour50/r), incontro con l'A.D. Firenze Scacchi sul rapporto fra Kubrick e gli scacchi.
Un monolito nero di origine sconosciuta viene scoperto sulla Luna; mentre gli scienziati lo stanno analizzato l’oggetto manda un segnale sonoro verso Giove.

Sabato 7 luglio ore 22.00 L’arte in guerra di Massimo Becattini (Italia, 2016, 64’). Alla presenza del regista. Il film racconta la storia di quegli italiani che con coraggio e astuzia si impegnarono nella salvezza del patrimonio artistico nazionale nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Domenica 8 luglio ore 22.00 La donna che visse due volte

di Alfred Hitchcock (USA, 1958, 128’). L'agente di polizia John Ferguson ha una certa predisposizione alle vertigini, e tale sua particolarità è causa di un incidente che provoca la morte di un suo collega: in seguito a questo fatto Johnny dà le dimissioni. Un suo amico, Galvin Elster, lo incarica di vigilare sulla propria moglie Madeleine.

Lunedì 9 luglio ore 22.00 Believe me, I am an Artist

di Adrian Paci (Italia, 2000, 7'). Il video ricostruisce un interrogatorio realmente subito dall'artista albanese in un comando di polizia italiano. A causa di un'incomprensione Paci rischia di non avere più il visto di soggiorno.

Martedì 10 luglio ore 22.00 Ayny, my Second Eye

di Ahmad Saleh (Palestina, Germania, 2017, 11’). Corto d’animazione vincitore del premio Oscar, in cui il giovane regista palestinese Ahmed Saleh racconta la storia di due fratelli che lasciano le braccia protettive della madre per inseguire il loro sogno di suonare los trumento musicale di cui si sono innamorati, un magnifico Oud..

Mercoledì 11 luglio ore 22.00 Thelonius Monk: Straight no Chaser

di Charlotte Zwerin (USA, 1988, 90’). Luci e ombre di un grande genio del jazz.

Venerdì 13 luglio ore 22.00 Shab (The Night)

di Onir (India, 2017, 108'). Ambientato nella megalopoli di Nuova Delhi, i personaggi di Shab hanno alle spalle storie di vita diverse: chi in cerca dell’amore e chi con la speranza di realizzare i propri sogni.

Sabato 14 luglio ore 22.00 Il posto delle fragole

di Ingmar Bergman (Svezia, 1957, 91’). Momento importante per il professor Borg, che sta per essere insignito di un prestigioso premio. Ma la giornata riserverà delle sorprese.

Domenica 15 luglio ore 22.00 Arca Russa

di Aleksandr Sokurov (Russia/Germania, 2002, 96'). Per tutta la durata del film vediamo attraverso gli occhi di un personaggio non identificato, del quale sentiamo la voce, che si ritrova, come in un sogno, nel Palazzo d'Inverno di San Pietroburgo, un tempo residenza degli Zar e oggi museo.

Lunedì 16 luglio ore 22.00 China’s Van Goghs

di Yu Haibo, Yu Tianqi Kiki (Cina/Paesi Bassi, 2016, 80'). Il pittore Zhao Xiaoyong vuole realizzare il suo sogno: andare ad Amsterdam per visitare il museo VanGogh.

Martedì 17 luglio ore 22.00 When god sleeps

di Till Schauber (Iran, USA, Germania, 2017, 98’). Pluripremiato documentario che racconta la vicenda del musicista iraniano Shahin Najafi esiliato in Germania e costretto a vivere in clandestinità per una condanna a morte per blasfemia.

Mercoledì 18 luglio ore 22.00. Cesaria Evora Morna Blues

di Eric Mulet, Anais Prosaic (Francia, 1996, 52’) Lafayette, Louisiana: è qui che comincia il ritratto di Cesaria Evora. Tra estratti di concerti e conversazioni, il film alterna la visione distaccata di una star internazionale a quella della donna fiera e tenace, regina della sua isola sperduta in mezzo all'oceano.

Giovedì 19 luglio ore 22.00 Noi e la Giulia

di Edoardo Leo (Italia, 2015, 115'). Fausto e Claudio sono tre quarantenni insoddisfatti che si uniscono nell’impresa di aprire un agriturismo. A loro si aggiungono Sergio, un cinquantenne invasato e fuori tempo massimo, ed Elisa ,una giovane donna incinta decisamente fuori di testa.

Sabato 21 luglio ore 22.00 Una notte al Museo 2 – La fuga

di Shawn Levy (USA/Canada, 2009, 105'). Sono passati due anni e Larry Dailey ha lasciato il museo di Storia Naturale, dove lavorava come guardiano notturno, ed è entrato nel mondo degli affari, diventando un importante imprenditore. Un giorno torna al museo spinto dai ricordi e scopre che tutti i pezzi saranno sostituiti con degli ologrammi.

Domenica 22 luglio ore 22.00 Marina Abramovic - The Artist is present

di Matthew Akers (USA, 2012, 99'). Un affascinate viaggio nella vita personale e lavorativa dell’artista Marina Abramović, una serie di interviste attraverso le quali è possibile ricostruire il percorso dell'artista serba. Alla morte della madre i tre figli scoprono che per ricevere l'eredità dovranno intraprendere un pellegrinaggio da Le Puy-en-Velay a Santiago de Compostela.  

Martedì 24 luglio ore 22.00 Il mistero del dinosauro scomparso

di Robert Stevenson (USA/Gran Bretagna, 1976, 100'). Un prezioso microfilm è stato trafugato dalla Cina e trasportato in Inghilterra, a Londra. Un detective cinese viene incaricato della ricerca del microfilm.

Mercoledì 25 luglio ore 22.00 Poongsan

di Juhn Jai-Hong (Corea del Sud, 2011, 121’) Poongsan (Yoon Kye-sang), è un giovane che attraversa la Corea dal Nord al Sud per far da tramite trale famiglie separate, rischiando la sua stessa vita.

Sabato 28 luglio ore 22.00 Notte al museo 3 – Il segreto del Faraone

di Shawn Levy (USA/Gran Bretagna, 2014, 97'). Larry, il guardiano del Museo di Storia Naturale di Manhattan, questa volta è alle prese con la strana muffa verde che sta ricoprendo gradualmente la tavola del faraone, quella che, di notte, dà vita a tutti i personaggi all'interno dell'istituzione museale.

Domenica 29 luglio ore 22.00 Francofonia – Il Louvre sotto occupazione
di Aleksandr Sokurov (Francia/Germania/Paesi Bassi,2015, 87'). Jacques Jaujard era il conservatore in carica nel momento in cui la Francia fu occupata dai nazisti. Il conte Franziskus Wolff-Metternich era invece l'uomo mandato da Berlino per ispezionare l'inestimabile patrimonio artistico del museo.

Lunedì 30 luglio ore 22.00 Che vuoi che sia?

di Edoardo Leo, (Italia, 2016, 105'). Anna e Claudio sono coppia che sta aspettando la stabilità economica per avere un figlio. Decidono di aprire una raccolta fondi su una piattaforma di Crowdfunding, ma il risultato è deludente.

Martedì 31 luglio ore 22.00 Three days in September

di Darijan Pejovski (Macedonia, 2015, 90'). Due donne con vite completamente diverse si incontrano in treno. Marika, una giovane prostituta, sta fuggendo dal suo passato mentre Jana, al contrario, si è messa in viaggio per affrontare il suo. Le due giungono a un piccolo villaggio della Macedonia, dove la vita scorre apparentemente tranquilla...

Mercoledì 1 agosto ore 22.00 Chasing Trane: The John Coltrane Documentary di John Scheinfeld, (USA, 2016, 99'). Rivoluzionario nel jazz, artista di grande sensibilità e spiritualità, la vita di Coltrane è un’avventura americana, dalle origini modeste ai problemi con la droga, fino alle vette di A Love Supreme

Giovedì 2 agosto ore 22.00 Ghost in the Mountains

di Yang Heng (Cina, 2017, 136’). Dopo essere partito per lavorare Lao Liu, trascorsi 10 anni, fa ritorno nel suo villaggio natale sulle montagne della Provincia di Hunan. La comunità ormai è quasi del tutto composta da adolescenti allo sbando e anziani.

Venerdì 3 agosto ore 22.00 Cronache di poveri amanti

di Carlo Lizzani, (Italia, 1953, 115')Tratto da un romanzo di Vasco Pratolini. Siamo a Firenze nei primi anni del fascismo: Mario è fidanzatoc on Bianca e conosce alcuni anti fascisti. Uno di questi, Campolmi, viene picchiato dalle squadracce e Mario, facendogli visita, ha modo di conoscere sua moglie e se ne innamora.

Sabato 4 agosto ore 22.00 Roma città aperta

di Roberto Rossellini, (Italia, 1945, 98')Nella Roma del 1944, un dirigente della Resistenza, l’ingegnere comunista Giorgio Manfredi riesce asfuggire alle SS in una rocambolesca fuga sui tetti. A dargli ospitalità è la sora Pina, una vedova che alla Resistenza è legata a doppio filo tramite Francesco, un tipografo partigiano con il quale sta per sposarsie dal quale aspetta un bambino.

Domenica 5 agosto ore 22.00 3/4 Agosto '44

La notte dei ponti di Firenze raccontata dalle parole di Giulio Bencini, fotografo di Borgo Ognissanti.

Lunedì 6 agosto ore 22.00 Tutti a casa

di Luigi Comencini (Italia, 1960, 120'). Il sottotenente Innocenzi, travolto come tutti i suoi commilitoni dall'armistizio dell' 8 settembre 1943,cerca di tornare a casa nell'Agro Pontino, insieme a tre militari del suo reparto. Con il gruppo affronta diverse peripezie, ma quando finalmente la meta è raggiunta suo padre vorrebbe vederlo arruolato coni tedeschi.

Martedì 7 agosto ore 22.00. C’eravamo tanto amati

di Ettore Scola (Italia, 1974, 127'). Tre amici, uniti nel ricordo della Resistenza, prendono altrettante strade che li porteranno ad affrontare l'Italia del dopoguerra, condividendo, oltre all'amore per la stessa donna, anche un senso di delusione e malinconia per i tanti sogni infranti della gioventù.

Mercoledì 8 agosto ore 22.00. L’uomo che verrà di Giorgio Diritti (Italia, 2009, 117'). Alle pendici di Monte Sole, sui colli appenninici vicini a Bologna, la comunità agraria locale vede i propri territori occupati dalle truppe naziste e molti giovani decidono di organizzarsi in una brigata partigiana.

Giovedì 9 agosto ore 22.00 Achtung! Banditi!

di Carlo Lizzani (Italia, 1951, 95')La lotta partigiana a Genova e in Liguria, dalle organizzazioni clandestine in città e nelle fabbriche alla guerriglia sulle montagne e alla battaglia aperta nelle ultime fasi del conflitto. La vicenda ruota attorno a un gruppo di partigiani che scendono in città per prelevare armi in una fabbrica.

Venerdì 10 agosto ore 22.00 Omaggio a Vittorio Taviani in collaborazione con SNCCI Gruppo Toscano. La notte di San Lorenzo di Paolo e Vittorio Taviani (Italia, 1982, 105'). Estate del 1944, il paese di San Martino è nel mezzo della guerra di Resistenza, i nazisti all'approssimarsi delle truppe alleate ordinano a tutta la popolazione di riunirsi nel duomo.

.Sabato 11 agosto ore 22.00 Destinata Guerriera

di e con Isabella Giustina (20’)Un progetto ispirato alla figura della donna guerriera nei poemi cavallereschi, ideale antesignana delle combattenti per la libertà. A seguire Paisà di Roberto Rossellini (Italia, 1946, 125'). Racconto in sei episodi sulla campagna di liberazione dell’Italia dal nazifascismo. 

Commenti