Lucca Film Festival 2019

Lucca Film Festival 2019
Articles
05Aprile2019

Ospiti internazionali e anteprime italiane dal 13 al 21 aprile tra Lucca e Viareggio

Il festival racconterà la carriera delle star presenti al festival con un omaggio cinematografico e con la tradizionale masterclass, momento unico che mette in relazione gli appassionati cinefili e non solo con le star del cinema mondiale. Il ricco cartello sarà così diviso: il Concorso internazionale di lungometraggi con 14 film in competizione da tutto il mondo in prima italiana, le Anteprime fuori concorso, i film spettacolari per il grande pubblico in prima italiana che usciranno nei cinema d’Italia e il consueto appuntamento con il Concorso internazionale di cortometraggi.

Protagonisti anche l’arte con due mostre a tema omaggio ai Taviani e a Kubrick e gli eventi performativi con Effetto Cinema Notte, la sezione che animerà il tappeto rosso durante il festival e organizzerà lo straordinario evento omaggio a Blade Runner 2019.

Nel ricco cartellone anche la sezione Educational dedicato alle scuole e una dedicata alla video arte con il festival internazionale dal titolo Over The Real. L’edizione 2019 vede protagonista Europa Cinema a Viareggio con un programma interamente dedicato ai diritti umani e particolare attenzione ai diritti di genere (dal 14 al 17 aprile) curata dalla regista Barbara Cupisti e dal Robert F. Kennedy Human Rights Italia con la collaborazione del Comune di Viareggio.

Il festival si svolgerà in vari luoghi delle città: a Lucca, nei cinema Astra e Centrale, al Palazzo Ducale e a Viareggio al cinema Eden e alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea L. Viani.

La star internazionale Rutger Hauer, attore cult per le sue interpretazioni leggendarie in Blade Runner e Ladyhawke, sarà uno degli ospiti dell’edizione 2019. Durante il festival Hauer riceverà il Premio alla Carriera (19 aprile, cinema Astra), sarà uno dei componenti della giuria internazionale del concorso lungometraggi e terrà una masterclass dedicata al tema del “futuro” (18 aprile, cinema Astra). Il festival omaggerà l’attore olandese con la proiezione di una selezione dei suoi film, per ripercorrere una carriera che lo ha portato a prendere parte a oltre 80 pellicole.

Il regista americano Joe Dante, cineasta della generazione formatasi alla New World Pictures, lo studio creato da Roger Corman nel 1970, autore di film cult come Gremlins e Piraña, riceverà il premio alla carriera e a seguire la prima italiana di Nightmare Cinema, lavoro collettivo e antologia horror di cinque registi in cui Joe Dante ha girato l’episodio intitolato “Mirare”. Il regista sarà omaggiato da una selezione dei suoi film più rappresentativi che ripercorreranno la sua carriera, terrà una masterclass sul suo cinema, curata dal giornalista e critico cinematografico Paolo Zelati (che insieme a Stefano Giorgi hanno curato l’intero omaggio). Ad arricchire l’omaggio al cinema del cineasta americano sarà la presenza di Mick Garris. 

Il regista e sceneggiatore tedesco Philip Gröning presenterà al festival la prima italiana del suo ultimo film My brother’s name is Robert and he is an idiot, in contemporanea al museo MAXXI di Roma, e riceverà il Premio alla Carriera (il 16 aprile, al cinema Astra). Il regista tedesco sarà uno degli illustri giurati del Concorso di Lungometraggi del festival che presenterà 14 film in prima italiana. Sarà omaggiato con una retrospettiva completa che ripercorrerà la sua carriera anche documentaristica.

Il regista francese Michel Ocelot conosciuto per aver creato e diretto i lungometraggi come Kirikù e la strega Karabà (1998) e Azur e Asmar (2006) e partecipato al Festival di Cannes vincendo con Kirikù e gli animali selvaggi (nel 2005) sarà a Lucca per presentare il film di animazione Dilili a Parigi. Ocelot salirà in cattedra con una lezione di cinema dedicato all’animazione (il 15 aprile).  

Commenti