Festival d'autore

Festival d'autore
Interviews
08Giugno2011
Teresa Favi

Le kermesse musicali e teatrali dell’estate sotto le stelle, nelle cattedrali o nei teatri storici

firenze magazine sg

Fu all’epoca dei fasti della corte medicea che il potere evocativo dei grandiosi spettacoli fiorentini raggiunse uno splendore senza pari con uno strabiliante inventario di luoghi requisiti di volta in volta a spazio teatrale: dal cortile di Palazzo Medici al Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio, dal cortile di palazzo Pitti all’anfiteatro di Boboli. I toscani sono un po’ come gli inglesi, tengono ben strette le loro tradizioni secolari e non le mollano per nessuna ragione al mondo. Capita così, soprattutto d’estate, quando le giornate si allungano, il tempo è mite e la gente più incline a tirar tardi, che la Toscana – e non solo Firenze, come quattro secoli fa - si costelli di immaginifiche serate di spettacolo, musica e teatro che diventano tutt’uno con luoghi di bellezza inaudita durante le quali il genius loci impone: bello e buono. Noi di Firenze Magazine abbiamo setacciato il meglio del meglio, e, dalla costellazione, vi proponiamo la nostra ‘carta del cielo’ dei più famosi e longevi festival estivi alloggiati in alcune delle più belle location che la Toscana può offrire.
Mentre volge alla conclusione il 74esimo festival del Maggio Musicale Fiorentino, per il mese di giugno segnaliamo l’Incoronazione di Poppea diretta da Alan Curtis alla Pergola, il teatro storico di Firenze, uno dei più antichi e ricchi di storia in tutta Italia (18, 20, 22 giugno, ore 20.30), e il tradizionale concerto finale diretto da Zubin Mehta in piazza della Signoria, un grande appuntamento popolare che porta il Maggio in uno dei luoghi simbolo di Firenze (Ludwig van Beethoven, Sinfonia n. 9 in re minore, op. 125, ore 21.30, ingresso libero, www.maggiofiorentino.com), prende avvio per l’ottava stagione consecutiva, OperaFestival, manifestazione che ha fatto della fusione alchemica tra spettacolo e luogo scenico la sua bandiera (www.operafestival.it). Dal calendario segnaliamo il piatto forte: Traviata, allestita al Giardino di Boboli a Firenze (14, 21 luglio e 3 agosto, ore 21.15) e all’Abbazia di San Galgano a Chiusdino nel cuore della provincia senese (30 luglio, 6 e 13 agosto, ore 21.00); Le Cinque Invisibile di Victoria Chaplin e Jean Baptiste Thierrèe (25-28 luglio, Giardino di Boboli, ore 21.15); la performance di uno dei più grandi monologhisti della scena italiana, Antonio Rezza (20 luglio, Giardino di Boboli, ore 21.15) e l’emozionante concerto finale di Ludovico Einaudi all’Abbazia di San Galgano (24 luglio, ore 21). Siena si conferma anche per questa estate protagonista della classica con la 68esima edizione della Settimana Musicale Senese (www.chigiana.it), un festival che continua a presentare rarità musicali e pagine dimenticate. Segnaliamo il concerto d’apertura con Brahms e il suo imponente Requiem tedesco diretto da Philippe Herreweghe con il Collegium Vocale Gent al Teatro dei Rinnovati (9 luglio, ore 21.15), l’allestimento del dramma per musica di Attilio Ariosti La fede ne’ tradimenti eseguito dall’Europa Galante diretta da Emilio Biondi (12 e 13 luglio, Teatro dei Rozzi, ore 21.15) e il concerto finale di Goran Bregovic con la Wedding Funeral Band, in piazza Jacopo della Quercia (16 luglio, ore 21.15). Restiamo nel sud della Toscana con il 36° Cantiere internazionale d’arte a Montepulciano (21-31 luglio, www.fondazionecantiere.it) che porta in piazza Grande il celestiale epilogo: un dispiegamento di 4 cori, oltre all’orchestra e ai solisti per un totale di ben 200 elementi per la Sinfonia N.2 di Mahler detta La Resurrezione diretta da Roland Böer (31 luglio, ore 21). Più cameristico il repertorio di Incontri in Terra di Siena in Val d’Orcia (21-30 luglio, www.itslafoce.org), uno dei più raffinati festival toscani con quasi 20 anni di vita, di cui segnaliamo comunque il concerto vocale ‘Passione e Risurrezione’: Musica per Quaresima e Pasqua eseguito dal coro a cappella inglese Stile Antico nella Cattedrale di Città della Pieve (28 luglio, ore 21). Ci spostiamo sulla costa, in provincia di Lucca, dove, dal 22 luglio al 27 agosto, a Torre del Lago risuoneranno le note eterne di Giacomo Puccini, figlio di quella terra che al tramonto riesce a muovere anche gli animi più insensibili. Ed è proprio al tramonto, nel nuovo teatro all’aperto con metafisica vista sul lago, che l’orchestra inizia a scaldarsi ogni venerdì, sabato e domenica per il 57° Festival Puccini (www.puccinifestival.it). Il cartellone 2011 prevede due nuovi allestimenti, La Bohème (22 e 30 luglio, 12, 20 e 27 agosto, ore 21.15) e Madama Butterfly (6,11, 18 agosto, ore 21.15), oltre a Turandot (23 e 29 luglio, 7, 13, 26 agosto, ore 21.15).  E il 26 luglio: Roberto Bolle and Friends. Ma l’evento musicale e di lifestyle più importante dell’estate è il Tuscan Sun Festival, nell’intima cornice di Cortona, in provincia di Arezzo (1-7 agosto, www.tuscansunfestival.com) con date eccezionali. Il giorno dopo l’ormai consueta cena inaugurale con tutti gli artisti ospitata dalla famiglia Ferragamo nella tenuta del Borro, lunedì 1 agosto si alza il sipario con un concerto della leggendaria pianista Martha Argerich, in una serata dedicata all’Argentina e alla sua danza più sensuale, il Tango (Teatro Signorelli, ore 21). Le star hollywoodiane Sharon Stone e Jeremy Irons si esibiranno insieme il 4 agosto in Nocturne: Seduction, Smoke and Music - The love story of Chopin and George Sand. Una performance di teatro, musica, danza in cui si racconta l’insolita relazione nell’arco di un decennio tra il leggendario compositore Frédéric Chopin e l’anticonformista e femminista Amandine-Lucile-Aurore Dupin, conosciuta come George Sand (Teatro Signorelli, ore 20). Il 5, sale sul palco l’attrice Greta Scacchi con Schubertiade un omaggio a Franz Schubert. Chiude il festival la splendida voce del soprano australiano Danielle de Niese, stella della lirica mondiale, osannata dalle riviste specializzate, inseguita da quelle patinate per lo straordinario mix di bellezza e talento (7 agosto Teatro Signorelli, ore 21).  

Commenti