Firenze Jazz Fringe Festival 2018

Firenze Jazz Fringe Festival 2018
Articles
03Settembre2018

Dopo il grande successo dello scorso anno, torna il festival che anima l'Oltrarno e il suo fiume. Ecco gli imperdibili

5 giorni di jazz per 70 ore di musica, 150 artisti in 12 luoghi per oltre 50 performance, con un programma che punta all’originalità della musica grazie a nuove produzioni e performance site specific con artisti di fama internazionale: tutto questo è Firenze Jazz Fringe Festival, dal 5 al 9 settembre nei luoghi più belli dell'Oltrarno Fiorentino, una manifestazione innovativa e sostenibile in cui prevalgono il coinvolgimento del pubblico e il desiderio di proporre un’alternativa culturale.

A partire dalla forza espressiva di musicisti del calibro di Enrico Rava, Francesco Bearzatti, Peppe Servillo, Javier Girotto, Natalio Magalavite, Fabio Morgera, Nico Gori, John De Leo, Rita Marcotulli, Simone Graziano, Mauro Ottolini, Alessandro Lanzoni, Pietro Tonolo, Stefano Cocco Cantini, Alessandro Galati, Francesco Maccianti e tantissimi altri prestigiosi nomi del jazz nostrano, nasce un festival che è anche una festa per il pubblico, coinvolto dalle animazioni pomeridiane, dai concerti, dai dj set e dalle jam session che si susseguiranno fino a tarda notte.

Da non perdere l’inaugurazione di mercoledì 5 settembre, h. 21.00 dall’alto della Basilica di San Miniato al Monte, una straordinaria anteprima affidata alla tromba di Enrico Rava le cui note si diffonderanno nella città dando l’avvio a un Festival che, come da tradizione, sarà aperto a tutti e tutti cercherà di coinvolgere con le sue musiche.

E ancora tra i live da segnalare: I Parientes, tre personalità artistiche provenienti da culture musicali diverse si incontrano all’insegna del jazz: Peppe Servillo, Javier Girotto, e Natalio Mangalavite il 7 settembre, Il trombettista Fabio Morgera, noto nella scena newyorkese dove ha suonato per oltre 30 anni, si esibisce con la sua Natural Revolution Orchestra l'8 settembre.

Il cantante e compositore John De Leo, da fondatore dei Quintorigo a promotore di innumerevoli progetti artistici, si esibisce in Sala Vanni il 6 settembre, insieme a Rita Marcotulli, 

E infine, sulle sponde dell’Arno alle 21.45, simbolo del FRINGE e di ciò che sta al margine, troviamo l’assolo sulla zattera, protagonisti i fiati in una suggestiva performance solistica: dal sax baritono di Javier Girotto (6/9) al trombone di Mauro Ottolini (7/9), dal sax tenore di Pietro Tonolo (8/9) a quello di Stefano Cocco Cantini (9/9).

www.fjff.it

Commenti