Il ritmo dell’estate

Il ritmo dell’estate
Articles
02Luglio2018

Firenze e lo spettacolo, un legame indissolubile. Scopri gli eventi imperdibili

POP/ROCK
Estate a Firenze significa anche musica, dal rock all’elettronica il cartellone dei live en plain air si conferma degno delle più grandi capitali internazionali.
Quella di Estate Fiesolana nel meraviglioso Teatro Romano di Fiesole è un’edizione ricca di eventi, dal teatro alla musica, sei serate dedicate al racconto dell’Iliade e la partecipazione di grandi artisti musicali come Roberto Vecchioni il 27 giugno, Avion Travel il 29, Elio Germano e Teho Teardo sabato 7 luglio, Stefano Bollani il 10 luglio, Bobo Rondelli il 13 luglio e Calibro 35 il 20.

Prendi grandi concerti e spettacoli, aggiungici una location da favola come quella di piazza Santissima Annunziata, ultima con le atmosfere fatate di tiepide notti estive, siamo al Musart Festival 2018.
Tra i live in programma Baustelle martedì 17 luglio, Chick Korea Akoustic Band lunedì 23 luglio, Jethro Tull martedì 24 luglio, Francesco De Gregori il 25 e Ermal Meta giovedì 26 luglio.

Segnatevi questa data: 21 luglio, Stadio Artemio Franchi. E’ proprio a Firenze che si svolgerà Rockin’1000, potentissimo format musicale che vede esibirsi simultaneamente dal vivo più di 1000 musicisti.

Opera/classica/danza
L’estate per gli appassionati di musica lirica e classica è decisamente calda. A partire soprattutto dalle proposte dell’ottantunesima edizione del Maggio Musicale fiorentino che sotto la direzione del veneziano Cristiano Chiarot si allarga ai luoghi più suggestivi e storici di Firenze andando ad incontrare il pubblico. James Conlon tributa Sostakovic il 10 giugno al Teatro del Maggio con la Sinfonia di Leningrado sulla resistenza russa, mentre il 15 giugno, sempre al Teatro del Maggio la pianista cinese Jin Ju ci racconta Schubert usando l’antico strumento del fortepiano.

Nel fitto programma che celebra i mille anni della basilica di San Miniato al Monte il 26 giugno è annunciato un concerto imperdibile de L’Homme Armé diretto da Fabio Lombardo su musiche che spaziano dal Medioevo (Guillaume Dufay) al Novecento rappresentato dal compositore statunitense David Lang; mentre in Santa Maria del Fiore, il 24 si festeggia il patrono di Firenze con una Messa di San Giovanni alle 10.

Il 28 giugno Zubin Mehta dirige Sir Andràs Schiff che al piano eseguirà due brani tra i più impegnativi del repertorio classico di Brahms e la prima opera di Sostakovic al Teatro. Dal 25 al 29 giugno nel suggestivo scenario della Grotta del Buontalenti a Boboli si apre la stagione dei fiorentini con l’opera di Marco da Gagliano La Dafne.

Gli appassionati di danza non potranno mancare (dal 29 giugno all’1 luglio) gli spettacoli proposti dal Maggio per l’inaugurazione della Palazzina dell’Indiano. Mentre il 20 luglio per Musart in piazza Santissima Annunziata è di scena Riccardo Bolle and Friend per uno tra i più coinvolgenti spettacoli della stagione.

Ancora danza, ma stavolta articolata sulle poesie del Nobel Joseph Brodsky, con l’inossidabile Mikhail Baryshnikov (dal 3 al 5 luglio)al Teatro del Maggio. Il 2 luglio, nel centenario della morte di Claude Debussy Mario Ancillotti, Milena Vukotic, Alessia Luise e Matteo Rossi daranno vita a un originale recital musicato al Teatro del Maggio.

I melomani tuttavia non potranno mancare gli appuntamenti con le arie delle opere più famose proposte, i mercoledì, giovedì e sabati fino all’autunno in varie chiese e palazzi fiorentini, dalla chiesa anglicana di St Mark, Santo Stefano al Ponte, Santa Monica, Orsanmichele e Palazzo Medici Riccardi.

Sempre per il Maggio, invece Riccardo Muti dirige al Teatro il Macbeth (dall’11 al 13 luglio) chiudendo in grande stile l’imponente edizione n. 81 del Festival del Maggio Musicale Fiorentino.
 

Commenti