Dolce come il cioccolato

Dolce come il cioccolato
Flo People
18Giugno2012

Dal 1990 a capo di Amedei, Cecilia Tessieri sperimenta nuove idee, per dare vita ad un cioccolato esclusivo e da far conoscere al mondo

Cos’è la cultura del cioccolato per Cecilia Tessieri?
Recuperare semi particolari provenienti da piantagioni di tutto il globo, e con essi la percezione della diversità del gusto. Restituire valore ad un mondo lontano, fatto di popoli – di volti e di mani - che lavorano e dedicano la propria vita al cioccolato: questa era la nostra sfida, già 22 anni fa.
Cosa non finisce di sorprenderla del suo lavoro?
Realizzare un prodotto di tradizione partendo da una materia prima così esotica. Inventare nuovi sapori, che risultano sempre più coinvolgenti e generano emozioni in chi li assaggia. Come la barretta Toscano Red: un inedito mix di cioccolato fondente e frutti rossi, contrasto di sapori che si riflette anche sul packaging giocato sull’accostamento di rosso e nero.
I suoi personali segreti di degustazione?
Lasciarsi andare alle percezioni… la ricerca del puro piacere prescinde da analisi preliminari.
Quando il suo obiettivo di maître chocolatier si può dire raggiunto?
Quando chi degusta le mie creazioni torna ai momenti belli della sua infanzia, di cui il cioccolato è simbolo. Questo è lo stimolo per continuare a sperimentare.
Un sogno realizzato.
Il percorso di accoglienza e di degustazione guidata in azienda, che Amedei ha costruito rispondendo alle richieste di tanti suoi clienti affezionati italiani e stranieri. Qui il mondo Amedei comunica se stesso, rendendo accessibili le mille sfaccettature del suo cioccolato.  

Commenti