L’arte dei giovani

L’arte dei giovani
Flo People
31Marzo2011
Francesca Lombardi

Edoardo Secci, 21 anni gallerista

Ci racconti il tuo percorso prima della Galleria?
Ho frequentato la scuola americana a Firenze e ho finito il liceo negli Stati Uniti. Tornato in città ho preso il diploma anche qui.
Come è iniziata la tua passione per l’arte?
Piccolissimo: mio padre ha intrapreso il collezionismo moderno e contemporaneo piuttosto giovane. Io ho vissuto infanzia e adolescenza immerso in questo humus creativo.
Quando hai aperto la San Gallo Art Gallery?
Nel 2009. Ma la galleria ha un passato importante: era stata aperta da mio padre con un socio, Nicola Mobilio, negli anni ’70. Adesso è iniziato un nuovo corso: facciamo mostre di autori importanti attingendo dalla nostra collezione di famiglia e accanto proponiamo giovani artisti emergenti sui quali investire.
Ci sono artisti che vorresti, in galleria e in collezione, che non sei ancora riuscito ad avere?
Ti dico tre nomi: Kandinskij, Mondrian, Pollock.
Le tue passioni oltre l’arte?
Colleziono orologi vintage e nuovi, soprattutto sportivi e gioco a polo.
Hai una clientela giovane in galleria?
Puntiamo proprio su loro, cerchiamo di incentivarli all’acquisto con un diritto di reso se decidono di rivendere il quadro.
Progetti futuri?
Una mostra di Crippa che inaugura il 30 maggio e poi una grande retrospettiva sull’arte africana contemporanea.
 

Commenti