Laura Peruzzi

Laura Peruzzi
Flo People
15Gennaio2014
Elisa Signorini

Ponte Vecchio, mon amour

Da chi vorrebbe vedere indossato un suo gioiello?
Tra le dive di oggi Gwyneth Paltrow. Sono certe che queste donne bellissime esalterebbe al massimo un gioiello. Ma soprattutto vorrei che lo indossasse una donna felice, serena, aperta alla vita, disposta ad andare avanti con coraggio.

L’angolo di Firenze che sente più suo?
Inevitabilmente il Ponte Vecchio dove vivo e lavoro. Un luogo che non mi stanca mai e che riscopro con passione ogni giorno.

Si sente davvero elegante quando…
Quando sto bene con me stessa, quando sono a mio agio. Con un paio di pantaloni e una maglietta. Non è importante che abito o che gioiello si indossi, di certo l’eleganza viene da dentro.

Qual è la marcia in più dell’oreficeria toscana?
Il fatto che offra varietà e qualità sposate alla tradizione secolare della lavorazione dell’oro e dell’argento. La nostra oreficeria rispecchia il bello che ci circonda e questo non può non trapelare nelle collezioni di chi ama la Toscana.

Di cosa ha bisogno l’artigianato toscano?
Sicuramente di un aiuto pubblico, che potrebbe essere a livello locale o nazionale. Ma soprattutto è necessario che tutti noi cominciamo a guardare al futuro e a pensare a una comunicazione e a una promozione delle nostre eccellenze. C’è molto ancora da far conoscere e che può solo aumentare il fascino dei nostri prodotti. 

Commenti