Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
L'indimenticabile location di Harry's Bar Firenze
12 Giugno 2020

I ristoranti da non perdere ora a Firenze

Dove mangiare a Firenze tra trattorie tipicamente fiorentine, luoghi del gusto innovativi e veri e propri cult

Firenze torna ad essere a tutti gli effetti la capitale del gusto e del mangiar bene. Dopo una primavera delicata, dove lockdown è stata purtroppo la parola d'ordine per la nostra intera nazione, l'Italia e Firenze rinascono.

Con nuove scommesse, nuove visioni e un nuovo ottimismo che dilaga anche nel settore ristorazione di Firenze, prontissimo ad ospitare i propri clienti, con nuove regole certo, ma con lo stesso obiettivo di sempre: regalare esperienze di gusto indimenticabili.

Scopri con noi i migliori ristoranti e trattorie in città dove prenotare un pranzo o una cena in assoluta tranquillità:

Siamo all'Harry's Bar Firenze. Lunghissima la lista dei personaggi noti che si sono seduti in questo locale, l’unico Harry’s Bar al mondo che discende direttamente da quello di Venezia, della famiglia Cipriani. Tra questi Richard Burton in compagnia di Liz TaylorGreta Garbo e Margaux Hemingway, attrice e nipote del grande Ernest, che volle far suo uno degli sgabelli del bar, attaccandoci sotto l’etichetta di uno champagne, ancora lì, dove lei la mise. Un mito dal 1953. Sempre vivo tra i fiorentini. Un menu di piatti e di cocktail che in 65 anni è rimasto inossidabile, accanto a nuove proposte che tuttavia non hanno mai risentito di mode. Che cosa è cambiato oggi? La qualià rimane intatta, con i classici della cucina e alcune proposte stagionali, spazio per mangiare all'aperto con 6 tavoli e poi resta il delivery: dal mercoledì al sabato solo per cena, dalle 17 in poi, e la domenica solo a pranzo.
Lungarno Amerigo Vespucci, 22/R - 055 239 6700

Harry's Bar Firenze

Ecco un grande classico: la Buca dell’Orafo. Nella preziosa via dei Girolami 28, a pochi passi dagli Uffizi, si scendono gli scalini, per entrare in una buca di piacere conosciuta da fiorentini e non. Una grande novità per questa nuova estate: tavolini anche all'aperto, 15 per l'esattezza e 20 all'interno. E poi un menù ridotto ma espressione del massimo della fiorentinità: dal fritto di cervello (solo per palati audaci) al rognone, e poi le polpettine, la groppa, i maltagliati sugo e pecorino, gli gnocchetti al ragù di carni bianche, l'immancabile tortino agli asparagi e zucchine tonde ripiene. Ancora attivo il servizio da asporto.
Via dei Girolami 28/R, 50122 Firenze - 055 213619

Buca dell'Orafo

Un nuovo inizio anche per il Santo Bevitore, nel quartiere di Santo Spirito, ristorante che si contraddistingue per la sua cucina creativa, legata alla tradizione toscana, curata ma informale. Per la prima volta il ristorante si allarga anche all'esterno, con 7 tavolini affacciati su una via Santo Spirito chiusa al traffico e magnificamente separati con inserimenti floreali, che renderanno il vostro pasto davvero indimenticabile. Diminiuti i tavoli all'interno, dove è un'eleganza intima e trendy a farla da padrona. Non perdete la terrina di fegatini di pollo al ristretto di Vin Santo e pan brioche, o la tartare di manzo con verdure croccanti. Resta attivo il grande successo del delivery Santo Subito.
Via Santo Spirito, 64r - 055 211264

Il Santo Bevitore

Cambiamo scenario culinario con uno dei più buoni ristoranti giapponesi a Firenze. Nel cuore dell'Oltrarno il Momoyama. Soffitti a volte, interni minimal, colori pastello e luci soft. Anche Momoyama si è riorganizzata negli spazi interni e, grande novità, anche in esterno con un totale di 8 tavoli fuori e 10 all'interno. Lo splendido menù è ora ridotto, ma rimane un tripudio della cucina jap cotta e cruda: tra i must i rolls e i gamberi fritti con maionese piccante fatta in casa. La loro è una apetura nel segno della positività e un caloroso invito alla speranza per rendere il quartiere di San Frediano meta di un rinnovato turismo.
Borgo San Frediano, 10r - ph. 055 291840

Momoyama


Incastonato nella suggestiva piazza della Passera l'Osteria Tripperia Il Magazzino  è stata una delle primissime attività ad aprire ai propri clienti. Leggi qui l'intervista a Luca Cai, chef e proprietario.
Qui al Magazzino, un grande ritorno che non vedevamo da tempo: poggiata sul bancone all'ingresso, il simbolo "sacro" del gusto fiorentino: Monsieur Lampredotto. Ma non finisce qui, nel loro menù "minimal" rielaborato quotidianamente non mancano i leggendari: trippa, lampredotto bollito, polpette di lampredotto, ravioli di lampredotto, carbonara di verdure, ragù di lampredotto. All'interno 15 tavoli e 6 all'esterno, per farvi godere in completa tranquillità l'anima più vera di Firenze. Resta ancora attivo il servizio da asporto.
Piazza della Passera, 2, 50125 Firenze FI - 055 215969

L'Osteria Il Magazzino, nella caratteristica Piazza della Passera

Risalendo verso Sant’Ambrogio, in via del Verrocchio, all’8/r, c’è il Cibreo: raffinato melting pot di sapori e profumi, con un solo direttore di orchestra, lo chef Fabio Picchi. In un locale che è la storia di Firenze, resta intatta la qualità del servizio e dello "stile-picchi", cambia il numero dei tavoli, 16 tavoli all'esterno e 10 dentro (anzichè 24). Protagonista il gusto di un menù ridotto ma che mantiene il cuore fiorentino di una cucina che è leggenda. Da provare lo sformato di patate con ragù, lo gnudo ricotta toscana cacio e burro, il passato di funghi, il piccione arrosto, il collo ripieno e gli scampi. Il Patron ci lascia con un messaggio forte e chiaro: "dobbiamo valorizzare il territorio è fondamentale per poter andare avanti. Se si può consuma italiano!".
Via Andrea del Verrocchio, 8r, 50122 Firenze FI - 055 2341100

Lo chef Fabio Picchi

A due passi da Santa Maria Novella incontriamo un nome fra i più storici ed originali di Firenze. Stiamo parlando della Trattoria Gargani. nota per la sua essenza artistica, ma anche per la sua cucina, improntata su piatti espressi toscani e piatti dal tocco personale che sanno stupire, tutti preparati con ingredienti di stagione e a km 0. Punto di riferimento per gli amanti del buon cibo e gli artisti nel quartiere di Santa Maria Novella, ne conserva da ormai tanti anni sempre l'impronta, come gli affreschi, i quadri e le sculture dell'artista fiorentino Alfio Rapisardi. In questa splendida estate Gargani ha una sorpresa, si tratta di Gargani in corte: la trattoria riapre nella splendida e prestigiosa sede del palazzo del marchese di Camugliano, in via del Moro. Tutte le sere dalle 19:30 alle 22:30. Si raccomanda la prenotazione

Trattoria Gargani

L'Osteria Belguardo di trova in Piazza degli Scarlatti, proprio dove dalla parte del Lungarno Guicciardini, verso il Ponte Santa Trinita. Un locale suggestivo che rispecchia un gusto della cucina basati sui pilastri della tradizione toscana supportata da un'appassionata selezione delle materie prime. Via libera a suggestivi pranzi e cene all'aperto, con un dehor esterno - tra i più suggestivi di Firenze - che può occupare circa 30 persone. Tra gli imperdibili vi suggeriamo: tartare, guancia di vitello, calamari fritti e salmone selvaggio.
Piazza degli Scarlatti 1r, Lungarno Guicciardini Firenze - 055 2654541 

Osteria Belguardo

Atelier de Nerli è regno di gusto, artigianato ed estetica creato da Daniele Cavalli, figlio del noto stilista. La sua atmosfera vintage e la cucina "aromatica" del piemontese Gianluca Camilotto hanno già conquistato i più chic di Firenze. Tra i protagonisti un menù che muta stagione dopo stagione, prenotate uno dei 6 tavoli all'esterno anche se l'atmosfera d'antan con vista San Frediano è davvero unica. Per coronare la serata potreste anche comprarci un regalo: tutto l’arredamento, prodotto da artigiani del quartiere, è infatti acquistabile. Continua anche il servizio delivery.
Piazza de' Nerli, 9r - ph. +39 338 5988273

Atelier de Nerli

Si chiama "Degustazione all'Italiana" ed è la nuova formula del menù degustazione firmato Ora d’Aria, ristorante stellato capitanato da Marco Stabile, una vera istituzione di alta cucina toscana e nazionale. Un menù per l'Italia e dall'Italia, costituito da una selezione ridotta di capolavori culinari: antipasto, primo, secondo, formaggio e dolce, presentati con porzoni più "italiane". Tra gli imperdibili la Panzanella “Tuttifrutti” con aceto di mele, il risotto all’amaro etrusco con polvere di lamponi, i porcini a 360°, la selezione di formaggi, frutta di stagione, miele e pane alle noci, tortina della nonna, cuore di vinsanto e fiordilatte alla salvia. Dulcis in fundo un menù stampato monouso da portare via con sè, con un disegno inedito firmato da Gianluca Biscalchin, con immagini che richiamano un nuovo Rinascimento. In attesa della conferma di porre i tavoli anche all'esterno, Marco Stabile ci lascia con un messaggio: "tutti abbiamo bisogno di coccole, quale miglior modo di andare al ristorante a godere come prima e riprendere una bella abitudine? Penso sia il regalo ideale per superare questo periodo". Tra qualche giorno non perdetevi anche il menù da asporto.
Via dei Georgofili, 11R - 055 200 1699

Ora d'Aria

Il suo mood del momento è “ama il centro di Firenze come te stesso”, rendilo vivo e goditi le sue bellezze: siamo Tra gli Uffizi e Ponte Vecchio, da Ino la bottega gourmet di Alessandro Frassica specializzata in panini, è un piccolo rifugio consigliato anche per l’acquisto di specialità rare locali, nazionali e straniere. Panini o schiacciate farcite con salame rosa e pesto di zucchine e zafferano, taleggio e finocchiona, gorgonzola e mostarda di fichi, caprino fresco e acciughe, pecorino stagionato e paprika. Assolutamente da non perdere la nuova formula aperitivo, in cui per la prima volta vedremo lo storico locale aprire anche la sera, dal giovedì al sabato, dalle 18.30 in poi. In funzione anche il servizio delivery.
Via de’ Georgofili, 3, ph. 055 219208

Ino

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany