Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
corteo-storico-fiorentino
22 Marzo 2022

Capodanno Fiorentino. Che cos'è e perché si festeggia il 25 marzo

La nostra città ha un inizio anno tutto suo: vi sveliamo le sue origini e le iniziative speciali per festeggiare

Molti non sanno che il 25 marzo la città di Firenze celebra il Capodanno Fiorentino. Il Comune ha inserito questa data nel calendario annuale delle feste e tradizioni popolari e celebrazioni ufficiali.

Il Corteo del Capodanno Fiorentino

Dal Medioevo fino al 1750 infatti questo era il giorno in cui la Chiesa ricordava l’annuncio dell’incarnazione ricevuto dalla Vergine Maria e fu assunto come inizio del calendario civile.

Nel capoluogo toscano era questa la data in cui si festeggiava il Capodanno, anche quando nel resto dell’Italia era già in vigore il calendario gregoriano, in base al quale l’anno iniziava il 1° gennaio.

Mentre gli Stati si uniformarono a questo dettame religioso, Firenze legata al culto mariano, decise di non abbandonare la festa del 25 marzo. Questa ricorrenza per i fiorentini durerà per 168 anni e cesserà nel mese di novembre del 1750, quando un decreto del granduca Francesco II di Lorena impose l’uso del calendario gregoriano, fissando anche per Firenze l’inizio dell’anno il 1° gennaio (sotto la Loggia dei Lanzi c’è la targa che ricorda il decreto della soppressione della festa).

La targa di Loggia Lanzi che decreta la soppressione del Capodanno Fiorentino

Ricorrenza che simbolicamente è sopravvissuta fino ad oggi e che ci accomuna anche con alcuni “vicini di casa”. A un centinaio di chilometri, sotto la Torre pendente si celebra nello stesso giorno il capodanno pisano (ma in “anticipo” di 365 giorni).

Ai giorni nostri, il questo antico capodanno rimane la tradizione più antica, rispolverata ufficialmente dal Comune di Firenze a partire dal 2000 con la sfilata del corteo storico della Repubblica fiorentina dal Palagio di Parte Guelfa fino alla Santissima Annunziata, principale santuario mariano della città.

Il simbolo della festa è infatti l’affresco che raffigura l’Annunciazione, custodito all’interno della basilica, dove un tempo si recavano in pellegrinaggio i contadini per rendere omaggio all’effige dell’Annunziata, sulla quale esiste una leggenda.

L’opera sarebbe miracolosa: si narra che il pittore, un certo frate Bartolomeo, non riuscì a completare la scena perché non era in grado di ritrarre le fattezze del volto della Madonna. A terminare il capolavoro – sempre secondo il mito – sarebbe stata una mano prodigiosa, quella degli angeli.

il dipinto miracoloso di fra bartolomeo in santissima annunziata

APPUNTAMENTI IN CITTA'

In occasione del Capodanno Fiorentino 2022, i Musei Civici Fiorentini e MUS.E organizzano per l’intero weekend – 25, 26 e 27 marzo - visite particolari che porranno l’accento sull’origine della festa e sul senso di “fiorentinità” che si lega a questa celebrazione.

Sabato 26 marzo in Santa Maria Novella sarà possibile prendere parte a quattro visite speciali sull’iconografia dell’Annunciazione, meravigliosamente raffigurata in numerose opere del complesso domenicano, mentre per tutto il fine settimana sono in programma visite tematiche straordinarie, in orario serale (alle 20 e alle 21), presso il Museo Stefano Bardini e il Museo Novecento: le iniziative permetteranno di conoscere meglio le
figure di Stefano Bardini e di Alberto della Ragione.

Paolo Vallesi presenterà il suo nuovo doppio album IoNoi a Palazzo Vecchio (Sala Firenze Capitale il 25 marzo): con l’artista, il sindaco Dario Nardella e l’assessore alle attività produttive Federico Gianassi.

Ci sarà anche il mercato del Capodanno Fiorentino in piazza Santa Maria Novella a cura di Confesercenti e Confartigianato, in collaborazione con Unicoop Firenze e Firenze Smart, dal 25 al 27 marzo, con l’esposizione da parte di una trentina di operatori del settore dell’artigianato, dell’artigianato artistico fiorentino e dei produttori agricoli della provincia di Firenze ed eccellenze agroalimentari.

Domenica in piazza del Carmine (alle 7.30) partenza della mongolfiera! Sulle tracce di Giovanni Luder, rievocazione storica del primo volo su Firenze in mongolfiera, a cura di Firenze mongolfiera.

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany