Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Cantina Antinori - Rinuncio 1180

text Teresa Favi

30 Agosto 2021

Le migliori cantine toscane dove mangiare

A caccia di esperienze gustative tra vigneti e cantine uniche con ristorante

Grandi cantine vitivinicole che offrono, oltre alla possibilità di fare visite e degustazioni di vino, anche il tocco esclusivo di una raffinata cucina a base di prodotti locali accompagnata da pregiati vini autoprodotti. Un’esperienza gustativa indimenticabile, a non più di un’ora da Firenze.

Cantina Antinori - Ristorante Rinuccio 1180
Via Cassia per Siena, 133 - Bargino (Fi)
ph. 055 235 9700

Una storica famiglia del vino legata alla tradizione del Chianti Classico e dalla quale sono nati due vini icona Tignanello e Solaia. A Bargino, nel comune di San Casciano Val di Pesa, vanta un’innovativa cantina inaugurata nel 2012, riconosciuta e ammirata a livello internazionale. Rinuccio 1180 è il ristorante integrato nelle forme avveniristiche della cantina che con un design mozzafiato si affaccia sui vigneti. La cucina dello chef Andrea Pelacchi combina i sapori della tradizione toscana rivisitati in chiave contemporanea, utilizzando esclusivamente materie prime di altissima qualità. Tra gli imperdibili: il Baccalà, fritto e mantecato, con ceci e le Costolette di agnello, piselli alla Fiorentina e scalogno

Cantina Antinori - Rinuccio 1180

Castello Nipozzano - Frescobaldi
Località Nipozzano, Pelago FI
ph.055 831 1050

Altro blasone storico del vino a cui fanno capo sette tenute dai nobili terroir nelle zone più vocate al vino della Toscana Perano, Nipozzano, Pomino, Castiglioni, CastelGiocondo, Ammiraglia e Remole. Alla tenuta Castello Nipozzano, siamo a Pelago, Chianti Rufina, il bistrot Il Quartino gode di una vista protesa sui vigneti e di una terrazza dove varrebbe la pena mangiare anche d'inverno per il panorama che regala. Qui il fast diventa slow, e un burger non è un panino, ma un’esperienza gourmet a Km0 fatto con carne di Chianina IGP e Black Angus allevata allo stato brado nella stessa Tenuta, accompagnato da salse e patatine fatte in casa. Altra specialità la “tartare” battuta a coltello, pomodorini confit, germogli e amaranto scoppiato.

Castello Nipozzano - Il Quartino

Castello di Brolio Wine & Tour - L'Osteria del Castello
Località Madonna a Brolio, 53013 Gaiole In Chianti SI
ph: 0577 730280

In questo castello che svetta da un millennio su Gaiole in Chianti, e in questi vigneti belli e sconfinati, alla fine dell’Ottocento, sono nati il Chianti e la moderna viticoltura italiana. Ai piedi del viale di cipressi che conduce all’antico maniero di Brolio L’Osteria del Castello propone piatti della tradizione sapientemente rivisitati. Provate i Pici cacio e pepe con le cipolle fondenti, la Crema di carote dell’orto con agrumi e mandorle, il Piccione nostrale arrosto.

Castello di Brolio - L’Osteria del Castello

Castello di Fonterutoli - Osteria di Fonterutoli
Via Gaetano Donizetti, 2, Fonterutoli Siena
ph. + 39 0577 741125

Nel cuore storico del Chianti Classico, è tuttora proprietà della famiglia dei marchesi Mazzei che vi si è stabilita nel 1435 impiantando una produzione di vino, oggi fiore all'occhiello della zona. Il suo aspetto non è cambiato molto nel corso dei secoli, conservando alcune costruzioni originarie. Il suo punto di ristoro è l'Osteria di Fonterutoli con una location stupenda dove, se il tempo è buono, si mangia in giardino tra gli alberi, circondati dai vigneti. Il consiglio: Insalata di fagiano, funghi e maionese al basilico, Uovo poché, crema di bufala e fagiolini verdi alla scapece, Tonno del Chianti (coniglio macerato in Olio extra vergine, crema di peperone e ricotta).

Castello di Fonterutoli - Osteria di Fonterutoli

San Felice - Il Poggio Rosso
Località San Felice, Castelnuovo Berardenga, Siena
ph. +39 0577 3964

Siamo in zona Castel Nuovo Berardenga, l’azienda San Felice (proprietà Allianz) sta valorizzando il patrimonio di vitigni della tradizione chiantigiana. L’accoglienza turistica di altissimo profilo è ampliata dal ristorante Il Poggio Rosso situato nel borgo antico. La cucina è guidata dallo chef Juan Quintero: proposte accattivanti di tono moderno si alternano a piatti di matrice più territoriale (aperto da metà giugno a metà ottobre). 

San Felice - Poggio Rosso

 

Dievole - Ristorante Novecento
Località Dievole, Castelnuovo Berardenga, Siena
ph. + 39 0577 322613

Sempre in zona Castelnuovo Berardenga, troviamo Dievole Wine Resort. Un’area di 600 ettari tra vigneti, cipressi e oliveti nel sud del Chianti Classico. Il cuore dell’azienda è nel borgo di Dievole che risale al 1090: la cantina, gli uffici e anche l’omonimo Resort di campagna. Il ristorante, denominato “Ristorante Novecento” per celebrare i 900 anni di storia della tenuta, è aperto dal lunedì alla domenica, sia a pranzo che a cena e offre una cucina legata alla stagionalità delle materie prime. Durante il periodo estivo, da giugno a settembre, è possibile pranzare e cenare al fresco nel giardino delle rose della Villa. Il menù, che cambia ogni mese, è in grado di soddisfare i palati più raffinati.  

DIevole - Ristorante Novecento

Castello di Gabbiano - Il Cavaliere
Via di Gabbiano, 12, San Casciano in Val di Pesa, Firenze
ph. +39 055 8218423

Siamo a Mercatale Val di Pesa, in una delle più antiche realtà vitivinicole del Chianti Classico, dove un antico maniero è immerso in un paesaggio da sindrome di Stendhal. A un centinaio di metri dal castello in una colonica in posizione panoramica, il ristorante Il Cavaliere propone un menù di pochi piatti ma molto curati e cucinati con materie prime di primissima scelta. Tra gli imperdibili, il Crostino di fegatini di pollo, le Cipolle arrostite all’aceto del Castello, gli Gnocchetti di patate e farina di castagne, e la Faraona ruspante al mattone.

Castello di Gabbiano - Il Cavaliere

Castello di Alma - Il Ristoro di Ama
Località Ama, Gaiole in Chianti, Siena
ph. +39 0577 746191

Siamo nell’areale del Chianti Classico senese, in una zona vitivinicola rimasta tra le più intatte di tutta la Toscana. E questa è una delle aziende storiche di Gaiole in Chianti, ma grazie ai suoi illuminati proprietari, Lorenza e Marco Pallanti, è diventata anche una straordinaria fucina di arte contemporanea. Qui il Ristoro di Ama offre ricette dai sapori antichi preparate come si deve da Giovanni Bonavita. Piatti da non perdere: Faraona su crema di castagne e Tortelli di patate al ragù di Cinta Senese e funghi.

Castello di Ama - Il Ristoro di Ama

Poggio Casciano - Le Tre Rane Ruffino
Via di Poggio al Mandorlo 1, Quarate, Bagno a Ripoli, Firenze
ph. +39 378 3050220

Nel Chianti, è una delle sei tenute Ruffino. Oltre ai vigneti e alla cantina, è un'affasciante villa rinascimentale del XVI secolo, a 10 km da Firenze. Al primo piano, affacciato su un verone dove se il tempo è buono si mangia tra agrumi e rose, c'è il suo ristorante Le Tre Rane - Ruffino guidato da Stefano Frassineti, cuoco chiantigiano di vocazione e ricerca. Noi vi consigliamo la Tartara fiorentina con giardiniera dell’orto, lo Spago alla chitarra con pomodori verdi, guancia e peperoncino fresco, la Faraona ripiena alla moda toscana con salsa al profumo di Alauda.

Poggio Casciano - Le Tre Rane Ruffino

Lamole di Lamole - Santa Margherita Tenimenti Toscani
Via Citille, 43, Greve in Chianti, Firenze
ph. + 39 055 9332941

A Greve, questa tenuta (proprietà Azienda Santa Margherita, Gruppo Marzotto) rappresenta una piccola perla della Toscana perché i suoi vigneti raggiungono le altezze maggiori del Sangiovese dove si è sviluppato un biotipo locale detto appunto Lamole. Santa Margherita Tenimenti Toscani è il wine bistrot che propone piatti di diverse cucine regionali italiane da abbinare alle etichette prestigiose del Gruppo Santa Margherita. Imperdibili: i Tagliolini freschi con emincée di vitello tenero e verdurine julienne di stagione in cialda di Parmigiano e il Guancialetto di maialino con pomodoro ripieno, caponatina di verdure e patate dorate.

Lamole di Lamole - Santa Margherita Tenimenti Toscani bistrot

Il Borro - L'Osteria del Borro
San Giustino Valdarno, Arezzo, frazione Borro, 52
ph. + 39 055 9772333

Una straordinaria tenuta di 700 ettari immersa nel Valdarno, di proprietà di Ferruccio Ferragamo. Racchiude al suo interno un borgo medievale del Mille, una secolare cantina, una spa e due ristoranti: l’Osteria del Borro che offre un vero e proprio percorso sensoriale e il Tuscan Bistro, dove lo chef Andrea Campani rivisita le tradizionali ricette toscane in chiave contemporanea alla ricerca di nuovi connubi e sapori. Provate il Pollo del Valdarno di Laura Peri arrostito con patate e salsa di peperoni, il Polpo alla brace, zucchine e salicornia.

Il Borro - L'Osteria del Borro

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany