Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Dievole Wine Resort ph Moggi

text Teresa Favi

2 Agosto 2022

I migliori wine resort della Toscana

Una selezione delle migliori cantine toscane dove la produzione di vino e l'ospitalità sono al top

Si chiama enoturismo, un fenomeno che in Toscana è addirittura ‘esploso’ dopo la Pandemia. Un mix di capacità di accogliere in maniera esclusiva, comunicare territorio e tradizioni preservati con cure maniacali, produzioni vitivinicole top, esperienze immersive nello stile, nel paesaggio, nella storia e nelle radici toscane condite da sole, cibo e vino. Insomma, la convivialità, che è un sentimento legato per tradizione al vino, è amplificata dall’arte di accogliere. In questa nostra selezione, troverete alcuni tra i migliori wine resort toscani, dove alla qualità della produzione vitivinicola corrisponde un’accoglienza eccellente.    

  • CASTELLO DI BROLIO

Partiamo da uno dei pilastri della viticoltura italiana, proprietà della famiglia Ricasoli da quasi 900 anni, dove nell’Ottocento Bettino Ricasoli dette vita alla ricetta del vino Chianti. Il Castello svetta nella verde campagna di Gaiole, borgo nella zona del Chianti Classico Senese che negli ultimi anni ha legato il suo nome all’Eroica, la corsa ciclistica d’altri tempi che in ottobre richiama nostalgici da tutto il mondo.Un concentrato di storia, natura e bellezza, ma anche di ospitalità a 360° con l’Agribar Eroica Caffè appena fuori, l’Osteria di Brolio, il comfort dell’agriturismo Agresto e della Capanna di Citerna (bel rustico nel vigneto Colledilà dove nasce l’omonimo cru di Sangiovese tra le punte di diamante della gamma Ricasoli) e dulcis in fundo, il magnifico Castello con i suoi giardini all’italiana e il Museo, ricco di rarità e cimeli. Il barone Francesco Ricasoli, alla guida dell’azienda Ricasoli 1141 dal 1993, che conta 1200 ettari di proprietà, di cui 235 di vigneto e 26 coltivati a ulivo, ogni anno accoglie più di 50 mila visitatori per degustazioni, visite, itinerari sul filo rosso del gusto e dell’amore per il vino.

Ricasoli Castello di Brolio


  • CASTELLO DI FONTERUTOLI

Fonterutoli è una frazione di Castellina in Chianti, in provincia Siena. Sede storica della famiglia Mazzei dal 1435 (da 25 generazioni), il borgo di Fonterutoli mantiene oggi intatto il suo aspetto di origine Medievale. Al Castello, storico baluardo fiorentino, si arriva dalla Chiantigiana, la strada panoramica che attraversa il Chianti per connettere Firenze a Siena. Tutte le camere del Castello di Fonterutoli si trovano nel cuore storico del borgo. Caratterizzate da mura di pietra, pavimenti in cotto, travi in legno e grandi camini, presentano un’atmosfera calda e avvolgente con vista sulla campagna toscana. La proprietà conta 110 ettari di vigneti e le uve vengono vinificate nella cantina moderna  che porta la firma di una discendente, l’architetto Agnese Mazzei, e oggi è considerata una delle più impressionanti del Chianti. I gioielli della tenuta  Castello di Fonterutoli in bottiglia sono Siepi, il loro più iconico, le 3 Gran Selezione Chianti Classico: Castello Fonterutoli, Vicoregio 36 e Badiòla, il Chianti Classico Riserva Ser Lapo. Senza dimenticare, il Fonterutoli uno dei vini più conosciuti della denominazione Chianti Classico.

Castello di Fonterutoli

  • DIEVOLE WINE RESORT

A Castelnuovo Berardenga entriamo nella proprietà dell’imprenditore argentino (dalle origini italiane) Alejandro Bulgheroni. Il cuore è la settecentesca villa padronale, circondata da giardini all’italiana e alberi secolari: 8 appartamenti e 23 camere in stile toscano, 2 piscine a sfioro sui vigneti, il ristorante Novecento con dehors esterno guidato dalla chef Monika Filipinska. La tenuta si estende su 400 ettari di terreno, in gran parte caratterizzato da vigneti, oliveti, boschi e giardini. Qui, tra le innumerevoli esperienze legate al vino e al benessere, è possibile visitare il vigneto circolare Fidelio, dove ogni raggio corrisponde a un’uva autoctona toscana.  Un’altra caratteristica di Dievole è la produzione di pregiati vini Chianti Classico tra cui l’iconica Riserva Novecento, che proprio con l’uscita dell’annata 2019 si appresta a festeggiare le 30 vendemmie.

Dievole Wine Resort ph Moggi

  • BORGO SAN FELICE

Sempre a Casteluovo Berardenga, sorge Borgo San Felice, Relais & Châteaux a cinque stelle immerso nella campagna. E’ stato uno dei primi esempi di albergo diffuso in Toscana e oggi sfoggia 29 camere e 31 suite nell’antico borgo medievale, più Villa Casanova e Villa Colonna, entrambe a pochi passi da Borgo San Felice, oltre a piscina, palestra, campi da tennis e la Botanic Spa. A rendere ancora più indimenticabile il soggiorno ci sono le esperienze gastronomiche dall’executive chef Juan Quintero che, sotto la supervisione del pluristellato Chef Enrico Bartolini, guida i 2 ristoranti del resort: lo stellato Il Poggio Rosso e l’Osteria del Grigio. Nell’Azienda Agricola San Felice, si producono eccellenti Chianti Classico, tra cui i Gran Selezione Il Grigio e Poggio Rosso, da degustare in abbinamento ai piatti del menu.Le verdure e le erbe provengono dall’Orto Felice, un articolato progetto di inclusione sociale. Per visitare i dintorni si può scegliere tra bicicletta, Vespa, Spider vintage o un avventuroso tour in mongolfiera. Oggi l’attività di San Felice si svolge su tre tenute: San Felice, 150 ettari vitati e oltre 15.000 olivi nel Chianti Classico senese, Campogiovanni, 23 ettari di vigneti a sud di Montalcino, e 15 ettari nel territorio di Bolgheri.

Borgo San Felice

  • CASTELLO VICCHIOMAGGIO

Un castello, una dimora di charme, una tenuta di 150 ettari nel comune di Greve in Chianti (Firenze). Da sempre qui la viticoltura è stata protagonista e John e Paola Matta, con i loro quattro figli, portano avanti dal 1964 una tradizione nata secoli fa. L’attività principale è quella vitivinicola per la produzione di vini Chianti Classico e Super Tuscan. L’ospitalità trova spazio nel Castello e nella Canonica della antica Chiesa del XIII secolo: 7 appartamenti all’ombra dell’alta torre merlata e 7 suite nella Canonica, elegantemente arredate in classico stile toscano. Vicino alla Canonica si trova il giardino delle erbe, dove si coltivano i prodotti di stagione che si ritrovano nei raffinati menù del ristorante.

Castello Vicchiomaggio

  • FONTE DEI MEDICI

Un antico borgo quattrocentesco a pochi chilometri da Firenze e Siena, circondato dai vigneti della famiglia Antinori, pilastro dell’enologia mondiale, viticoltori da oltre 600 anni e 26 generazioni, che proprio in questa zona produce due dei suoi fiori all’occhiello: Tignanello, il primo Super Tuscan della storia, e Solaia. Qui Fonte de’ Medici ha il suo cuore: la reception e tutti i servizi comuni come la piscina, la palestra, il ristorante la Trattoria della Fonte, il campo da tennis e calcetto, alcuni degli appartamenti, l’area eventi con la scuola di cucina. Tutto immerso nel verde, con vista sui vigneti di Tenuta Tignanello e la Valle della Pesa in lontananza.

Fonte dei Medici

  • IL BORRO RELAIS & CHÂTEAUX

L’atmosfera è magnifica: il Borro Relais & Châteaux, ricavato all’interno di un borgo medievale nella campagna toscana, a San Giustino Valdarno (Arezzo), è albergo e azienda agricola e vitivinicola biologica, proprietà di Ferruccio Ferragamo dal 1993. Per soggiornare gli ospiti possono scegliere la Dimora Storica, Villa Casetta, Villa Mulino o le suite tra il borgo e le Aie del Borro. Punto di forza le degustazioni dei grandi vini della cantina Il Borro e la cucina dello chef Andrea Campani a Il Borro Tuscan Bistro a base di prime a km zero provenienti dall’orto biologico. Oltre alla piscina panoramica e alla Spa, il Borrobar è il luogo ideale per concedersi in ogni momento della giornata una piacevole pausa. Infine, l’anfiteatro de Il Borro ristrutturato in chiave contemporanea, offre agli ospiti una location, ideale per cerimonie, matrimoni e feste private. Si vive a contatto con la natura, tra passeggiate a cavallo, percorsi naturalistici a piedi o in bici.

Il Borro ©FrancescaPagliai

  • ROSEWOOD CASTIGLION DEL BOSCO

Un idilliaco resort nel Parco Naturale della Val d’Orcia, patrimonio Unesco, nella regione del Brunello di Montalcino. Castiglion del Bosco è una proprietà di 2.000 ettari acquistata da Massimo e Chiara Ferragamo nel 2003 e che, dal gennaio 2015, ha affidato la gestione del resort a Rosewood Hotels & Resorts diventando così Rosewood Castiglion del Bosco (primo posto quest’anno nel ranking dell’autorevole rivista americana dedicata ai viaggi Travel + Leisure). Nella tenuta di una tra le più storiche cantine produttrici di Brunello, Rosewood Castiglion del Bosco è composto da un borgo di rara bellezza che custodisce le rovine dell’antico castello risalenti al 1100 d.C, una chiesa medievale, 42 suite, 11 ville con piscina privata, il Ristorante Campo del Drago e l’Osteria La Canonica, entrambi sotto la guida dell’executive chef Matteo Temperini, un orto biologico, la scuola di cucina e, infine, il Kids Club. Nella tenuta troviamo inoltre una cantina e 62 ettari di vigneto e un golf club da 18 buche disseminate in 210 ettari di morbidissime colline che danno vita all’unico golf club privato d’Italia.

Rosewood Castiglion del Bosco

  • FATTORIA DEL COLLE

Un piccolo borgo rurale costruito nel 1592 e cresciuto nei secoli intorno alla villa padronale e alla Cappella, un luogo amato e coltivato da Donatella Cinelli Colombini con l’obiettivo di rendere sempre più forte e coerente il rapporto fra turismo e tradizioni locali. In questo angolo intatto di Toscana fatto di panorami mozzafiato sulla Val d’Orcia e le Crete Senesi, veniamo accolti da 16 appartamenti, 2 ville, camere, 3 piscine e ristorante gourmet, scuola di cucina, zona benessere e l’orto delle antiche insalate selvatiche. La Fattoria è circondata da 6 ettari di oliveto, 17 ettari di vigneti e 5 riserve tartufigene che, in autunno, regalano prelibati tartufi bianchi. Il fiore all’occhiello della produzione vitivinicola è il Cenerentola Doc Orcia a base di Sangiovese e il Foglia Tonda, un vitigno toscano abbandonato da più di un secolo che qui ha avuto la sua rinascita.

Fattoria del Colle

  • CASTELLO DI VICARELLO

Immerso nel verde delle colline della Maremma meridionale, Castello di Vicarello è la tenuta vitivinicola della famiglia Baccheschi Berti, nata attorno a un borgo medievale del XII secolo, trasformato da Carlo e Aurora Baccheschi Berti in un boutique hotel di grande fascino. Questo lussuoso rifugio mediterraneo con le 2 piscine circondate da lussureggianti giardini e uliveti e paesaggi mozzafiato, mette a disposizione degli ospiti 9 eclettiche suite. Un concept di ospitalità più che mai attuale: privacy, natura, accoglienza su misura e alta cucina a km zero, oggi gestito dai figli di Carlo e Aurora, Neri e Corso. Il ristorante unisce l’impronta di Aurora, fiera sostenitrice della filosofia ‘dall’orto alla tavola’ e la creatività e il talento dello chefKevin Luigi Fornoni, già allievo di Carlo Cracco. I suoi piatti variano in base alla stagionalità e alla disponibilità degli ortaggi biologici coltivati in loco e si accompagnano perfettamente ai vini della maison, curati dal primogenito Brando. Tra questi il vino bandiera è Castello di Vicarello, blend d’ispirazione bordolese, a cui si è aggiunto nel 2004 Terre di Vico, cuvée di Sangiovese, Merlot e Cabernet Franc. Completano la gamma il Sangiovese in purezza Merah e il raffinato Santaurora, Malbec vinificato in rosato.

Castello di Vicarello - Suite Villa Chiesina

  • L’ANDANA RESORT TENUTA LA BADIOLA

A Castiglione della Pescaia. è il boutique resort di proprietà Terra Moretti che i cultori del vino conoscono per la produzione di Acquagiusta, brand di Tenuta La Badiola al cui interno sorge L’Andana, e i gourmet per la presenza di uno dei ristoranti stellati che fanno riferimento a Enrico Bartolini, La Trattoria. In questa struttura a cinque stelle, che fa parte dell’associazione The Leading Hotels of the World, gli ospiti possono cavalcare attraverso la pineta fino al mare, fare meditazione dinamica all’alba nella spiaggia di Cala Violina, pedalare in bicicletta raggiungendo le cantine progettate da archi-star, giocare a golf sul green vista mare, apprendere i segreti del metodo Natked. L’Andana ha in tutto 47 camere di cui 20 sono superior e deluxe, 13 suite e 14 sono invece all’interno di Casa Badiola Tuscan Inn, struttura separata dalla villa medicea principale e immersa nel verde. Fiore all’occhiello del complesso, oltre alla Spa Espa, è la ristorazione composta da 3 ristoranti tra cui spicca La Trattoria di Enrico Bartolini. L’executive chef è Marco Ortolani, che segue anche gli altri due outlet ovvero il ristorante bistrot La Villa e il ristorante di Casa Badiola.

L’Andana

  • TOSCANA RESORT CASTELFALFI

Immaginate un gioiello medievale orlato di colline tra Siena, Pisa e Firenze, circondato da vigneti e ulivi fino all’orizzonte. E’ Castelfalfi un magico viaggio nel tempo con Castello medievale, la chiesa, appartmenti nel borgo, splendide ville e casali con piscina privata, un hotel a 5 stelle con camere e suite panoramiche, Spa, 3 piscine, 4 ristoranti e un loungebar, oltre a un meraviglioso campo da Golf 27 buche con Club House. Qui, il tempo scorre in completa armonia con la natura, permettendo ai viaggiatori di godere di lunghi silenzi circondati di bellezza. Tutto intorno 1.100 ettari di bosco e terreni agricoli (di cui i 25 ettari vitati che regalano 6 vini biologici con Poggio alla Fame in testa), custodi di tradizioni contadine millenarie.

Castelfalfi

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany