Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
fuochi di san giovanni
10 Giugno 2022

Festa di San Giovanni a Firenze

Venerdì 24 giugno una giornata di eventi con la finale del calcio storico, il corteo e i fuochi d'artificio

Patrono di Firenze, San Giovanni viene celebrato dalla città il 24 giugno. Come ogni festa religiosa di origini antiche, le celebrazioni mischiano sacro e profano e la giornata è diventata un’occasione di svago collettivo che coinvolge cittadini e turisti. Ogni momento della giornata, dalla mattina alla sera, è caratterizzato da un evento speciale.

san giovanni firenze

Mattina: la Cerimonia dei Ceri

Il centro di tutto è piazza del Duomo, dove sfila il Corteo della Repubblica Fiorentina in partenza alle ore 9 da Palazzo Vecchio con le autorità cittadine, gli sbandieratori e i musicanti, che dopo aver attraversato il centro storico raggiunge il Battistero per offrire un dono simbolico al Santo Patrono: dei ceri che vengono ricevuti dall’Arcivescovo di Firenze che subito dopo celebra la messa solenne nel Duomo di Firenze.

Cattedrale di Santa Maria del Fiore, Firenze

Pomeriggio: il Calcio Storico

Il Calcio Storico sta a Firenze come il Palio a Siena. Si gioca a squadre, in tre partite nel mese di giugno, due eliminatorie e una finale che coincide con la grande festa di San Giovanni, il 24 giugno. Le regole sono più simili al rugby che al calcio. Il luogo è lo scenario di piazza Santa Croce.

Sono cinquanta minuti di forza, passione, sudore, fatica e combattimento (pare che l’origine di questo gioco sia stata l’allenamento dei legionari romani in tempi di pace), giocati in sgargianti livree di un tempo, presto trasformate in torsi nudi che si dibattono con tenacia e furore su uno spesso tappeto di sabbia che attutisce i colpi delle cadute ma al tempo stesso rende pesanti i movimenti.Il gioco prevede che ci sia molto contatto fisico tra i giocatori, la cornice è spettacolare e l’atmosfera, soprattutto prima dell’inizio, è solenne e carica di adrenalina.

piazza santa croce (ph. Lorenzo Cotrozzi)

È un evento tipico della città in cui si sfidano le squadre dei quattro quartieri storici: i Bianchi di Santo Spirito, i Rossi di Santa Maria Novella, i Verdi di San Giovanni e gli Azzurri di Santa Croce.

Il torneo viene giocato in ricordo dell’assedio di Carlo V alla città, per sottomettere la Repubblica Fiorentina e favorire il ritorno dei Medici, nel 1530. Quell’anno, a Carnevale, per dimostrare il proprio orgoglio e come gesto di scherno nei confronti dell’esercito oppressore, i Fiorentini organizzarono una partita in piazza Santa Croce. Da allora, a fasi alterne e con una lunga interruzione tra il Sette e l’Ottocento, la tradizione è arrivata fino ai giorni nostri.

La sera: i Fochi

Dalle 22.00 alle 23.00 del 24 giugno, fiorentini e turisti hanno solo una cosa per la testa, guardare i Fochi, cioè i fuochi d’artificio, lo spettacolo pirotecnico che illumina da secoli la notte fiorentina di San Giovanni. I Fochi vengono fatti esplodere da piazzale Michelangelo e questo li rende visibili da molti punti della città. I luoghi migliori da cui godersi lo spettacolo in città sono i Lungarni, ma anche i ristoranti e i winebar con terrazza collocati in cima a palazzi e hotel del centro storico. In alternativa, raggiungete Fiesole, sulla collina a nordest di Firenze, e godetevi lo spettacolo un po’ più da lontano.

fuochi di san giovanni

Solo una raccomandazione: a partire dal tardo pomeriggio, nelle aree intorno a piazzale Michelangelo e in alcune zone del centro sono possibili variazioni alla circolazione e la chiusura di alcune strade. Dunque, il nostro consiglio è di muovervi a piedi e, se siete in macchina, tenetevi lontano da queste aree.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany