Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
fuochi di san giovanni
18 Giugno 2021

San Giovanni a Firenze più magico che mai

Anche quest'anno niente fuochi, ma la festa non si ferma e Firenze si illumina di bellezza

Il 24 giugno è da secoli la Festa di Firenze, perché si festeggia il patrono della città, San Giovanni (clicca qui per scoprire la storia di una delle feste più amate dai fiorentini). Ma quest'anno questa celebre festa, ricordata anche per gli incredibili fuochi d'artificio che costellano Firenze, sarà ricordata come uno spettacolo unico, che vedrà protagoniste le sei Porte storiche della città (Porta San Gallo, Porta alla Croce, Torre di San Niccolò, Porta Romana, Porta al Prato e Porta San Frediano), la chiesa di San Miniato al Monte, il Loggiato dell’Istituto degli Innocenti e le Rampe del Poggi, che a partire dalle 22 saranno illuminate di diversi colori creando una vera e propria magia.

San Miniato a Monte illuminata per la festa di San Giovanni del 2020


Nulla cambia invece per le celebrazioni religiose: il 24 mattina ci sarà la tradizionale Festa degli Omaggi e il Corteo dei Ceri dove la Società di San Giovanni Battista offre come da tradizione la Croce di San Giovanni al Sindaco di Firenze e a S.E. il Cardinale Arcivescovo Giuseppe Betori, che alle 10.30 il card. Betori celebrerà la Santa Messa nella Cattedrale di Santa Maria del Fiore.‘Orfana’ dei Fochi, la Società di San Giovanni Battista, che quest’anno festeggia i suoi 225 anni, ha organizzato, già nei giorni precedenti, alcune iniziative per far rivivere le tradizioni fiorentine.


L’appuntamento che apre i festeggiamenti è previsto per il 19 giugno alla Società Canottieri Firenze che ospita fino al 30 giugno un'esposizione filatelica che ripercorre la vita del Patrono e la storia del palio. 

il Marzocco (e il Biancone) in piazza della Signoria

La mattina del 20 giugno, dopo oltre un secolo, sarà riproposta l’incoronazione del Marzocco - il leone di Firenze, l’erede di Marte, la divinità che con l’avvento del cristianesimo portò alla venerazione del patrono cristiano e cittadino San Giovanni Battista - presente sull’Arengario di Palazzo Vecchio, con un cerimoniale che ha come base storica quello che si svolgeva in occasione degli stessi festeggiamenti nel XVI secolo.

Il Corteo Storico della Repubblica Fiorentina si muoverà da Palagio di Parte Guelfa per raggiungere piazza della Signoria dove si unirà alla delegazione della Società di San Giovanni Battista, detentrice della Corona per la cerimonia dell’Incoronazione del Marzocco, alla fine della quale si esibiranno i Bandierai degli Uffizi. 

Il pomeriggio del 20 giugno si terrà alla Società Canottieri Firenze Il Palio di San Giovanni (solitamente in programma il pomeriggio del 24), con la classica sfida tra i 4 colori di Firenze in versione remiera, che si tiene sulle storiche imbarcazioni “4 yole” in legno con timoniere.

Per l'occasione, l'Opera di Santa Maria del Fiore offre ai residenti di Firenze e provincia la possibilità di visitare il Museo dell'Opera del Duomo gratuitamente, in attesa che il Battistero riapra presto al pubblico e ai fedeli. Per usufruire dell'ingresso gratuito al Museo occorre recarsi alla biglietteria dell'Opera in Piazza Duomo 14 e presentare un documento d’identità. Una volta acquisito il biglietto sarà possibile accedere al Museo secondo gli orari disponibili che permettono l'ingresso ogni 15 minuti per un massimo di 50 persone. Gli orari del Museo sono: primo ingresso ore 10.15, ultimo 15.30 con chiusura alle 17.00.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany