Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
luna rossa bertelli toscana
16 Febbraio 2021

Tutta la Toscana di Luna Rossa

Storia di uomini, mare e vittorie che hanno come fil-rouge la nostra terra

Luna Rossa ha battuto i britannici di Ineos Team UK nell’ottava e decisiva regata di Prada Cup, vincendo così il trofeo che garantisce la partecipazione alla Coppa America, la più importante competizione velica al mondo.

Al largo di Auckland, in Nuova Zelanda, Luna Rossa è riuscita a vincere sette regate per prima, mentre gli inglesi di Ineos ne sono riusciti a vincere soltanto una, nella notte tra venerdì e sabato. È stata quindi una vittoria netta che a vent’anni dall’ultima volta permetterà all’imbarcazione italiana di partecipare alla Coppa America in programma a partire dal 6 marzo, sempre ad Auckland, contro i campioni in carica del Team New Zealand.

luna rossa

Ma in questa avventura c'è molta Toscana. Non solo perché Bertelli è aretino; ma perchè l'idea di Patrizio Bertelli di lanciare una sfida in America's Cup nacque fra il 3 febbraio ed il 4 febbraio 1997 nello studio dell'architetto navale German Frérs a Milano. In breve tempo Bertelli scelse gli altri uomini chiave del team: il progettista Doug Peterson, l'asso della vela Torben Grael, lo skipper Francesco de Angelis. Acquistò tre IACC: USA 28 Kanza, USA 43 Might Mary, e USA 23 America³.

Come base italiana del team fu preferita Punta Ala, in Toscana, dove le condizioni del mare e del vento si avvicinavano di più a quelle del Golfo di Hauraki in Nuova Zelanda, teatro delle regate.

Prada Cup

Il 21 aprile 1997 il presidente dello Yacht Club Punta Ala, Bruno Calandriello, lanciò formalmente la sfida al Royal New Zealand Yacht Squadron detentore dell'America's Cup. Gli allenamenti iniziarono il 4 luglio 1997.

Dal 7 gennaio 1998, e per tutte le successive estati australi, il team si trasferì ad allenarsi alla base di Auckland in Nuova Zelanda. Dopo due anni di progettazione nella primavera del 1999 in un cantiere di Grosseto venne costruito il primo nuovo scafo ITA 45.

Il varo avvenne a Punta Ala il 5 maggio 1999, madrina Miuccia Prada officiante il parroco di Punta Ala, Don Sandro Spinelli. Il nome scelto per ITA 45 (e per tutte le successive) fu Luna Rossa.

La storia ufficiale racconta come il nome sia nato nella mente di Patrizio Bertelli dal sorgere di una grande luna piena e rossastra in una sera d'estate durante una cena trascorsa a parlare di barche sulle colline di Tirli vicino a Punta Ala.

Patrizio Bertelli e la sua Luna Rossa

E poi ci sono gli uomini, quelli che concorrono alla leggenda di Luna Rossa

C'è Maximiliano Valli, 44 anni, di Populonia, carpentiere, con la passione per il calcio entrato nel mondo della vela come apprendista di Luna Rossa nel maggio 2000. Per anni “Floor Manager” della veleria North Sails a Valencia e velaio per numerosi team in differenti circuiti, è alla sua quinta Coppa America.

Giovanni Tognozzi, di Castiglione della Pescaia, è con il team Luna Rossa sin dalla sua prima sfida di Coppa America nel 2000, partecipando a tutte le campagne. Nel 2010 è stata boat captain del TP52 Luna Rossa e nel 2011 è stato shore team manager del catamarano Extreme 40 con cui Luna Rossa ha vinto l'Extreme Sailing Series. Questa è la sua sesta campagna in America’s Cup.

Marco Donati, 49 anni, di Viareggio, già con Mascalzone Latino nel 2001 come responsabile dell’elettronica, nel 2004 si unì a Luna Rossa. Nel 2009 vinse la sua prima America’s Cup con Oracle. Nel 2017 collabora con Emirates Team New Zealand che vince la 35esima America's Cup. Questa con Luna Rossa è la sua quarta partecipazione. E infine il fisioterapista Stefano De Pirro, di Porto Santo Stefano.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany