Italia su misura

Italia su misura
Tuscany
13Maggio2016
Virginia Mammoli ph. Dario Garofalo

Scopri gli indirizzi cult dell'artigianato a Firenze e in Toscana

Un viaggio entusiasmante alla scoperta del meglio del Made in Italy, da nord a sud, isole comprese, attraverso 100 selezionatissimi indirizzi che rappresentano il fiore all’occhiello della maestria italiana. Questo il leitmotiv della guida Italia su misura, realizzata dalla nostra casa editrice Gruppo Editoriale in collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte di Milano e l’Associazione Osservatorio dei Mestieri d’Arte - OmA di Firenze, con il supporto di Vacheron Constantin, storica Maison ginevrina di alta orologeria.

Dopo il successo delle precedenti pubblicazioni Firenze su misura e Milano su misura e dopo il lancio del portale italia-sumisura.it, un nuovo omaggio al fatto su misura, un saper fare artigiano che in nessun altro luogo al mondo trova radici così preziose come in Italia.

Dalla sartoria alla gioielleria, dal décor alla ceramica all’arredamento, ma anche musica e tradizioni popolari, questi i mille universi raccontati attraverso più di 800 immagini scattate dal fotografo Dario Garofalo.

Tra gli artigiani selezionati, ben 12 sono in Toscana, di cui 11 a Firenze, una sorta di piccolo primato. Partiamo dall’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella, in via della Scala, uno dei punti di riferimento per l’eccellenza profumiera mondiale. Antiche preparazioni, cosmetici, essenze e profumi, ma il vero emblema della maison è il Pot Pourri.

Non molto distante, via di Santa Lucia, si trova il laboratorio-bottega di Vivian Saskia Wittmer, artigiana della calzatura di origine tedesca, che dopo qualche anno a giro per le migliori botteghe dell’Europa e dopo esser stata allieva di Stefano Bemer, nome prestigioso della calzoleria bespoke fiorentina, ha eletto come sua patria il capoluogo toscano.

In via Cavour, il negozio principale di una bottega storica della città, Il Papiro, che produce diari, quaderni, rubriche, album fotografici e oggetti da scrivania in carta decorata a mano, utilizzando in particolare una tecnica quasi scomparsa, la marmorizzazione della carta.

Nel cuore di Firenze, in via Ricasoli, si trova invece Scarpelli Mosaici, dove si rinnova la tradizione preziosa del mosaico in pietre dure, o commesso fiorentino, detto ‘pittura di pietra’, che affonda le sue radici nel Rinascimento e vanta oggi ormai pochissimi grandi esperti.

Spostandoci verso il Lungarno, un altro indirizzo di eccellenza artigianale, Loretta Caponi, all’angolo tra piazza Antinori e via delle Belle Donne. Oltre diecimila disegni di tovaglie, spugne, lenzuola, cuscini, capi neonato e bambino e altrettanti modelli di biancheria sartoriale uomo-donna.

Se cercate capelli unici per qualità e stile, in via della Spada c’è quello che fa per voi: lo showroom di Grevi (laboratorio a Signa). Creazioni utilizzate anche nel cinema e in teatro, ed esposte nella Galleria del Costume di Palazzo Pitti.

Pochi minuti a piedi, ed eccoci nella gioielleria Pestelli, via Borgo SS. Apostoli: sorprendenti oggetti da collezione e d’arredo realizzati in oro, argento e pietre dure, ma anche complementi per la tavola.

In via San Giuseppe, nella zona di Santa Croce rinomata fin dal Medioevo per la lavorazione della pelle, si trova la Scuola del Cuoio, fondata a Firenze nel secondo dopoguerra. Specializzata in borse da donna, produce anche portafogli, cinture e giacche.

Attraversando l’Arno, nel cuore di San Frediano, l’Antico Setificio Fiorentino, la cui origine risale alla metà del Settecento e dove vengono create numerose linee di tessuti, ciascuna caratterizzata da qualcosa di prezioso.

Nella trecentesca casa Torre dei Sapiti, in una bottega tra soffitti a vela, capitelli intagliati e muri di pietra a vista, esercita la sua attività l’argentiere e restauratore Paolo Pagliai, che porta avanti una tradizione di famiglia risalente al 1930.

Sempre su via Borgo San Jacopo, il punto vendita dell’Atelier Bianco Bianchi, con laboratorio a Pontassieve, dove ha ritrovato l’antico splendore un’arte andata quasi perduta, quella della scagliola, una tecnica che permette di imitare perfettamente il marmo e le pietre dure, con cui vengono realizzati pezzi unici che ornano le case più belle del mondo.

Passiamo infine a Lucca. L’indirizzo da non perdere è in via Santa Giustina: Antica Tipografia Biagini, storica bottega artigianale. Ancora oggi qui sono utilizzate macchine originali del ‘900 per realizzare biglietti da visita, partecipazioni di nozze ed ex libris, ma dagli anni ’50 è anche casa editrice che stampa a mano e rilega.

La guida Italia su misura è in vendita sul portale IBS, Amazon e Hoepli e nelle migliori librerie delle maggiori città italiane, ed è distribuita presso le più importanti catene alberghiere. 

Commenti