Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Panettone Natalizio Foto (credit photo: buttalapasta.it)

Text Teresa Favi
photo cover: buttalapasta.it - ph Elena Veselova

20 Dicembre 2021

I migliori panettoni della Toscana

La nostra selezione definitiva, dove comprare anche il migliore d'Italia

Simbolo indiscusso di momenti conviviali con gli amici o sulla tavola durante le festività natalizie, il Panettone, di origine milanese è diventato in Toscana un prodotto artigianale top, curato e coccolato da chef e pasticceri che lo interpretano e lo reinventano in mille gusti puntando su materie prime d’eccellenza e lunghe lievitazioni naturali tanto da renderlo un prodotto da ‘gioielleria’.

Dove acquistarlo?

Da Rigacci a Cerbaia, una magica alchimia che lascia in bocca un sapore piacevole di albicocca con caldo finale estremamente aromatico e non appiccicoso.

Rigacci '48 - Cerbaia in Val di Pesa (FIrenze) - Panettone alle albicocche

Al Four Seasons Hotel Firenze, prosegue la tradizionale collaborazione con il maestro pasticcere e panificatore David Bedu che con l'arte di fermentazioni e lievitazioni è riuscito a tradurre le idee dello Chef Paolo Lavezzini in un nuovo Panettone della Gherardesca. Realizzato con un lievito madre nato dal Vin Santo, fichi secchi e gocce di cioccolato, il classico dolce natalizio quest’anno vuole raccontare un po’ del proprio giardino attraverso gli agrumi, le erbe e le spezie. Una morbida e profumata ricchezza di sapori che si discosta in parte dalla ricetta tradizionale meneghina e allo stesso tempo ricorda gli aromi delle  tavole bandite a festa.

Panettone della Gherardesca del FS Firenze

A Firenze è arrivata anche l'alta pasticceria del maestro dei maestri, il bresciano Iginio Massari, imperatore dei lievitati. Per il suo panettone tradizionale - risultato di quattro lievitazioni e due impasti (per totali 62 ore), ingentilito da una glassa all’amaretto, mandorle grezze e granella di zucchero - non occorre più spostarsi. Questi i suoi consigli di servizio: “Il Panettone va servito a temperatura ambiente, privato del pirottino per evitare di tagliare le fette con la carta rovinandolo irrimediabilmente. Per tagliarlo usare un coltello da pane. Il tagliato va operato con un movimento lento e profondo, tenendo il coltello parallelo al piatto di servizio in modo che gli alveoli dell’impasto non si schiaccino. La giusta porzione è 100 grammi a testa.” 

Panettone Iginio Massari

Dal grande Paolo Sacchetti a Prato che con la sua Pasticceria Nuovo Mondo ha vinto praticamente tutto. Gli ingredienti principali? Fico e frutta secca mai stucchevoli.

Pasticceria Nuovo mondo - Prato - Panettone Classico di Paolo Sacchetti

E poi alla Pasticceria Bonci a Montevarchi con il suo Panbriacone e la succosa bagna alcolica di a bas di rum che lo rende il dolce natalizio per eccellenza per chi ama dolci morbidi e imbevuti.

Pasticceria Bonci - Montevarchi (Arezzo) - Panbriacone

Sbarchiamo a Siena da Nannini, storica pasticceria detentrice del primato dei migliori ricciarelli in città ma non solo. Da non perdere il loro panettone: fragranza, dolcezza misurata e ottima struttura sono qui le giuste chiavi dell'accoppiamento il tutto condito dai gradevoli aromi di agrumi e frutta secca

nannini - Siena - Panettone tradizionale

Altra perla senese, la pasticceria Peccati di Gola, con il suo panettone davvero da provare. Attori protagonisti un cioccolato da urlo e il rinfrescante ginger candito nella pasta.

Peccati di gola - Siena - Panettone cioccolato e zenzero

Giungiamo alla Pasticceria Mearini di Quarrata, con il suo vero capolavoro natalizio: fragoline, lamponi, mirtilli freschi soavemente incastonati nella pasta.

Pasticceria MEARINI - Quarrata (Pistoia) - Panettone alla frutta fresca (fragoline di bosco, lamponi, mirtilli, fragole)

Giungiamo a Il Cantuccio di Federigo a San Miniato, morbidezza e burrosità sciolte con tenerezza. Un panettone per grandi e piccini.

Il Cantuccio di federigo - San Miniato (Pisa) - Panettone Perondi Classico Alto alla Milanese

Da Fratelli Lucchesi a Barga panettone estremamente raffinato e splendido nell'abbinamento: castagne candite che regalano aromaticità senza incidere su una dolcezza appena percettibile e abbinata per concordanza.

Panettone artigianale

Concludiamo a Grosseto, da Corsini, con un panettone soffice e delicato, dove la morbidezza e gli aromi di olio EVO lasciano al palato i ricordi di un Natale incredibile.

Potrebbe interessarti

Prodigio. Mestieri d’Arte e Performance
Prodigio. Mestieri d’Arte e Performance. Capolavori d'alto artigianato, lavorazioni dal vivo e performance digitali

Dal 23 aprile all’1 maggio alla Fortezza da Basso in occasione di MIDA 2022, l’86ma edizione della Mostra Internazionale dell’Artigianato di Firenze

Gucci Giardino 25
I migliori aperitivi di Firenze

I top place dove bere il vostro cocktail preferito

Candalla
Dove mangiare nei boschi della Toscana

4 ristoranti dal gusto genuino e sincero perfetti in ogni stagione

ph. paima beaute for unsplash
Cosa fare questa settimana a Firenze e dintorni

Eventi, mostre e appuntamenti da non perdere dall'11 al 17 aprile 2022

ristoranti fuori porta pranzo zona gialla toscana firenze
I ristoranti fuori porta vicino Firenze per un pranzo o una cena da ricordare

La nostra top list dei migliori indirizzi del gusto non lontano dalla città

Torta Pasqualina
La ricetta definitiva della Torta Pasqualina

L'imperdibile ricetta della Torta Pasqualina e tutto quello che dovresti sapere per cucinarla al meglio

Chef Vito Mollica
Vito Mollica torna a Firenze e ci racconta il suo nuovo progetto Chic Nonna

Dal 15 aprile, lo chef stellato coordinerà la proposta enogastronomica di Salotto Portinari Bar & Bistrot, e da giugno sarà alla guida del ristorante Chic Nonna

san gimignano
Cosa vedere e cosa fare a San Gimignano e dintorni

Tutto quello che devi sapere per visitare San Gimignano, Volterra e dintorni

POPPI
Terre degli Uffizi: otto nuove mostre per il progetto itinerante di Gallerie degli Uffizi

Oltre a Anghiari, Montespertoli e Poppi già presenti nella prima edizione e confermati, si aggiungono Reggello, Arezzo, San Giovanni Valdarno, San Casciano e San Piero a Sieve

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany