Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Cappella della Maddalena Museo Nazionale del Bargello dettaglio
23 Marzo 2021

Dantedì. Tutti gli appuntamenti a Firenze

Il calendario del 25 marzo, giornata nazionale dedicata a Dante

Il 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, si celebra in tutta Italia e nel mondo il genio di Dante.

L'edizione di quest'anno ricorre nel settecentesimo anniversario della morte del Poeta e molte sono le iniziate organizzate per celebrare questo giorno.

Il 24 marzo: alla vigilia del Dantedì, le Gallerie degli Uffizi propongono presso l’Auditorium degli Uffizi alle ore 17 una Lectura Dantis affidata a Paolo Procaccioli, noto studioso della lingua dantesca.

Giuseppe Penone - Abete

il 25 marzo stesso sarà invece inaugurata una grande opera firmata Giuseppe Penone in piazza della Signoria: un maxi-abete che costituisce un anticipo della mostra di arte contemporanea Alberi Inversi, con lavori del maestro torinese, dedicata all’Alighieri e accolta negli spazi delle Gallerie dal 1 giugno al 12 settembre. Alta circa 22 metri, l’installazione sarà la più grande opera mai ospitata nello spazio pubblico del centro storico di Firenze

A Firenze, il 25 verrà presentato anche il restauro del cenotafio di Dante a Santa Croce dello scultore Stefano Ricci inaugurato il 24 marzo del 1830 e realizzato con una sottoscrizione della città. Per l'occasione, alle 11, il Teatro della Toscana sarà simbolicamente presente con Monica Guerritore che legge dal I canto dell’Inferno e dal XXXIV canto del Purgatorio.

Copertina del catalogo della mostra onorevole e antico cittadino di Firenze. il Bargello per Dante

Online sul canale YouTube e sulle pagine FB della Galleria dell’Accademia e dei Musei del Bargello Cecilie Hollberg, Direttore della Galleria e Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello raccontano L’Albero della vita di Pacino di Buonaguida, pittore e miniaturista, che è stato uno dei primissimi illustratori a Firenze della Commedia, nella prima metà del Trecento. L'opera sarà poi esposta all’interno della mostra Onorevole E Antico Cittadino Di Firenze. Il Bargello per Dante, che aprirà al pubblico il prossimo 21 aprile 2021, per le celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante. Il conto alla rovescia per la mostra, comincia anche con la pubblicazione del relativo catalogo e la chiusura della campagna di restauri degli affreschi di Giotto nella Cappella della Maddalena (all’interno della quale è conservato il più antico ritratto di Dante). La Fondazione il Bargello onlus ha inoltre realizzato un video sui lavori all’interno della cappella di cui, a partire dal 25 marzo, sarà disponibile un’anteprima sul sito fondazioneilbargello.it. A settembre il Museo Nazionale del Bargello ospiterà anche La mirabile visione. Dante e la Commedia nell'immaginario simbolista. In occasione di entrambe le mostre sono previsti laboratori gratuiti per i bambini e le famiglie dedicati alla scoperta di Dante e della Firenze del Trecento.

Nella serata le terzine dantesche saranno protagoniste di una iniziativa social realizzata in collaborazione con la Dante Society of America e la New York University. Una Call to action che inviterà persone di tutto il mondo a recitare i brani preferiti della Commedia. L’evento si aprirà con un saluto in streaming da piazza Santa Croce a Firenze e dal Dante Park di New York proprio il 25 marzo.

Una delle targhe di Palazzo Vecchio dedicate a Dante (ph. Mattia Marasco)

Sempre il 25 marzo prendono il via i Percorsi Danteschi organizzati da Mus.e insieme all'Ufficio Patrimonio Mondiale del Comune. Un’occasione unica per scoprire la città con gli occhi del vate: l’idea è quella di organizzare delle passeggiate gratuite ogni fine settimana, dal 25 marzo fino a dicembre, in piccoli gruppi e in sicurezza. L’itinerario prende il via dal primo cortile di Palazzo Vecchio, dove si trovano ben tre targhe dantesche, per delineare i tratti salienti dell’impegno politico di Dante, che culminerà nel Priorato dell’estate 1300, proprio mentre questo edificio era in costruzione, per proseguire fra le strette vie intorno alla casa di Dante e ai suoi luoghi, dalla Torre della Castagna a Casa Donati, dalla Badia fiorentina fino al “bel San Giovanni” dove era stato battezzato e dove sognava di tornare incoronato poeta: “ed in sul fonte del mio battesimo prenderò ‘l cappello” (Paradiso, XXV, 9).

Da non perdere anche Roberto Benigni che legge Dante in diretta su Rai 1 alle 19.15.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany