Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Con il vostro irridente silenzio Fabrizio Gifun Ph.  Musacchio, Ianniello & Pasqualini
28 Ottobre 2021

Teatro della Pergola: gli spettacoli della stagione 2021-2022

Elio Germano, Ferzan Ozpetek, Amos Gitai, Fabrizio Gifuni, Laura Morante tra i grandi protagonisti della nuova stagione

Il Teatro della Pergola apre la campagna abbonamenti con una stagione di incredibile fascino sotto ogni punto di vista: la quantità e i titoli degli spettacoli, gli attori da Elio Germano a Elena Sofia Ricci, da Fabrizio Gifuni allo stesso Stefano Accorsi, il direttore artistico del Teatro della Toscana di cui la Pergola fa parte, i registi da Bob Wilson a Ferzan Ozpetek da Amos Gitai a Gabriele Lavia.

Ecco per voi, tutto il programma.

I Nuovi e la Compagnia del Teatro La Comunità durante le prove di The Dubliners ph. Filippo Manzini

  • Dall'1 al 14 ottobre debutta in prima nazionale The Dubliners di Joyce con la regia di Giancarlo Sepe con la Compagnia Teatro La Comunità e i Nuovi riuniti da un maestro della contaminazione dei generi.  Sepe è il perfetto interprete del teatro come sintesi di tutte le arti e diviene per la Fondazione Teatro della Toscana, che produce The Dubliners, il riferimento fondamentale per un nuovo percorso artistico che coinvolge i giovani e che, nel superamento di generi e distinzioni, offre loro la possibilità di esplorare l’imprevedibile e di imparare a superare costantemente i propri limiti.

Teho Teardo, Elio Germano - Paradiso XXXIII

  • Dal 19 al 24 ottobre si continua con Paradiso XXXIII di e con Elio Germano e Teho Teardo. Uno spettacolo divulgativo senza che niente sia spiegato. Dante Alighieri, nel 33esimo canto del Paradiso, si trova nell'impaccio dell'essere umano che prova a descrivere l'immenso, l'indicibile, prova a raccontare l'irraccontabile. Questo scarto rispetto alla “somma meraviglia” viene messo in scena da Elio Germano e Teho Teardo in queste serate creando un’esperienza unica, quasi fisica per lo spettatore al cospetto dell’immensità.

Paolo Jannacci, Stefano Massini - Storie

  • Dal 26 al 31 ottobre (riposo 28 ottobre) segue Storie di e con Stefano Massini e Paolo Jannacci al pianoforte. Nella sua “officina del racconto dal vivo”, con Storie Stefano Massini, accompagnato dalle composizioni di Paolo Jannacci e Daniele Moretto, restituisce, attraverso il potere evocativo della parola, le tante piccole, grandi storie, nascoste tra le pieghe del nostro presente.

Pergola - Pino Micol, Memorie di Adriano

  • Dal 5 al 7 novembre Pino Micol porta in scena Memorie di Adriano di Marguerite Yourceanar per la regia di Maurizio Scaparro. C’è una frase di Flaubert che forse, meglio di tutte, spiega il fascino immortale di quest’opera: “Quando gli dèi non c’erano più e Cristo non ancora, tra Cicerone e Marco Aurelio, c’è stato un momento unico in cui è esistito l’uomo, solo”. Adriano è più di un uomo, è l’immagine, o meglio il ritratto di ciò che noi siamo oggi, nelle sue parole ritroviamo le radici del pensiero occidentale e della nostra storia.

Laura Morante ph. Erika Fava

  • Dal 9 al 14 novembre, va in scena Laura Morante con Io Sarah, Io Tosca nei panni di Sarah Bernhardt, la mitica attrice cui Victorien Sardou dedicò il famoso dramma messo in musica da Puccini. La realtà e la finzione finiscono per mischiarsi in un gioco di specchi che apre squarci di verità nell’affascinante leggenda di questa donna tenace e vulnerabile, indomabile e raffinata, cinica e generosa, che fu la prima diva di fama mondiale.

Così è (o mi pare) - Elio Germano

  • Dall'11 al 21 novembre (saloncino Paolo Poli), Elio Germano torno alla Pergola con Così è (o mi pare) una riscrittura per realtà virtuale di Così è (se vi pare) di Luigi Pirandello. Lo spettacolo è stato pensato per essere realizzato in realtà virtuale, un nuovo strumento tecnologico, tra cinema e teatro, in grado di porre lo spettatore al centro della scena. Tramite cuffie e visori il pubblico si trova a essere non più a teatro, ma all’interno del lussuoso appartamento dove si svolge la storia, più precisamente all’interno del corpo di uno dei personaggi, che vede e ascolta tutto.

Pergola - Ricci, Anagni, La dolce ala della giovinezza

  • Dal 16 al 21 novembre, va in scena La dolce ala della giovinezza di Tennessee Willimas con Elena Sofia Ricci scene, costumi e regia Pier Luigi Pizzi. Scritto nel 1952 e debuttato a Broadway nel 1959, la piéce parla del gigolo Chance Wayne che torna nella sua città natale in Florida con la star in declino Alexandra Del Lago per cercare di riprendersi quello che aveva lasciato nella sua giovinezza, Heavenly, il suo primo amore.

  • Dal 23 al 28 novembre, per la prima volta in italiano, La seconda sorpresa dell’amore viene presentato nel nostro Paese grazie a un progetto accolto dal Ministero della Cultura per incoraggiare la conoscenza di Marivaux, forse il drammaturgo più grande del Settecento francese.

  • Il 29 novembre, Ferzan Özpetek porta a teatro la sua Ferzaneide, un viaggio sentimentale attraverso il racconto dei suoi ricordi.

  • Il 7 e l'8 dicembre (saloncino Paolo Poli) prima nazionale del recital Le Poesie di Eduardo di Ugo De Vita in scena con un violinista e un chitarrista.

  • Dal 7 al 12 dicembre va in scena Pinocchio nella lettura trasversale di Pier Paolo Pacini che con le attrici e gli attori del Corso per attori ‘Orazio Costa’ mostra tra meraviglia e incubo che la favola di Collodi non ha un lieto fine come sembra perché la nascita finale del bambino prevede la scomparsa, la fine, la morte del burattino.

  • Dal 14 al 19 novembre, arriva Germania Anni '20 uno spettacolo di Giancarlo Sepe, spettacolo nato da una lunga fase di studio condotta da Giancarlo Sepe con gli attori della sua Compagnia, sulla cultura e gli eventi turbolenti della Germania negli anni che seguirono alla Prima Guerra mondiale.

Monica Guerritore - Anima buona di Sezuan ph. Manuela Giusto
  • Dall'11 al 16 gennaio, Monica Guerritore dirige e interpreta L’anima buona di Sezuan di Bertolt Brecht.

  • Dal 18 al 23 gennaio, Fabrizio Gifuni debutta in Con il vostro irridente silenzio.

  • Dal 3 al 6 febbraio, Bob Wilson e CocoRosie presentano Jungle Book.

  • Dal 16 al 18 febbraio Emmanuel Demarcy-Mota dirige Six Personnages En Quête D'Auteur di Luigi Pirandello.

  • Dal 17 al 19 febbraio (saloncino Paolo Poli) Emmanuel Demarcy-Mota propone Ionesco Suite da Eugène Ionesco.

  • Dal 22 al 27 febbraio, Roberto Andò dirige Renato Carpentieri e Imma Villa in Piazza degli Eroi di Thomas Bernard.

  • Il 4 e 5 marzo, Euripides Laskaridis propone Elenit.

  • Dall' 8 al 13 marzo, Andrée Ruht Shammah guida Massimo Dapporto ne Il delitto di Via dell’Orsina di Eugène Marin Labiche.

  • Dal 15 al 20 marzo, Sebastiano Lo Monaco è Enrico IV di Luigi Pirandello.

  • Dal 22 marzo al 3 aprile, Ferzan Özpetek porta a teatro le sue Mine vaganti.

  • Dal 5 al 10 aprile, Stefano Accorsi debutta in Storia di 1 di Lucia Calamaro e Daniele Finzi Pasca, anche regista.

  • Il 13 e il 14 aprile, Amos Gitai è il regista di Exils Interieurs.

  • Dal 19 al 24 aprile, Gabriele Lavia dirige e interpreta Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello.

  • Dal 26 al 30 aprile, Luca De Fusco propone La locandiera di Carlo Goldoni.

  • Dal 3 all'8 maggio, Glauco Mauri e Roberto Sturno sono gli interpreti de Il canto dell’usignolo da William Shakespeare.

 

 

Places

In questo articolo abbiamo parlato di Teatro della Pergola

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany