Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Castello di sammezzano visto dall'alto
12 Maggio 2021

Giornate FAI 2021: il 15 e 16 maggio in Toscana

La nostra mini-guida per scegliere quale o quali visite FAI prenotare provincia per provincia

In programma, sabato 15 e domenica 16 maggio, la 29esima edizione delle Giornate FAI di Primavera in tutta Italia.

In questo calendario nazionale dedicato alle bellezze del territorio e dell'arte che di solito sono inaccessibili al pubblico, svettano ben 20 meraviglie della Toscana tra ville e parchi storici, castelli, stazioni, treni e persino fabbriche. Ecco cosa vedere.

Vi ricordiamo che per partecipare alle Giornate FAI, è necessario prenotarsi (entro e non oltre la mezzanotte del giorno precedente la visita) tramite il sito del FAI.

AREZZO
Le vie dell'acqua

Seppure sconosciuto, anche Arezzo ha il suo fiume: il Castro, un corso d'acqua oggi non più visibile agli occhi degli aretini che ogni giorno passeggiano sopra le sue acque interrate. Un percorso urbano ne ripercorre il corso, alla scoperta delle evidenze storiche e architettoniche dalle fabbriche di ceramica di età etrusca e romana alle terme d'età imperiale romana, alla lavorazione della lana in età medievale, al sistema di mulini ad acqua d'età tardomedievale e moderna. 

Attuali ex lavatoi piazza sant'agostino

FIRENZE
A Firenze si va alla scoperta della street art al The Student Hotel e delle bellezze di Villa Castelletti a Signa, mentre le prenotazioni per le visite al Castello di Sammezzano sono già esaurite. Ma potete scoprire tutti i dettagli cliccando qui.

The Student Hotel Firenze


GROSSETO
La città-fabbrica di Follonica
Oltre alla vocazione balneare, Follonica ha avuto per secoli l'identità di "città-fabbrica", grazie al complesso di fonderie voluto nel 1831 dal granduca Leopoldo II. Da qui provengono le colonnine in ghisa che circondano la cattedrale di Santa Maria Novella. Cessata la produzione, nel 1961, il complesso è stato riqualificato e oggi ospita un teatro, una biblioteca, e il Museo delle Arti in Ghisa della Maremma (MAGMA).

LIVORNO
Acquedotto leopoldino
I "Bagnetti della Puzzolente" sono ciò che resta di una struttura termale del XIX secolo e legano il suo nome alla presenza di maleodorante acqua di origine solfurea. Oggi è proprietà della Fattoria del Limone. Una curiosità: nel vialetto davanti ,nel 1960, fu girata una scena del film "Tutti a casa" con Alberto Sordi.

LUCCA
Fabbrica Martinelli Luce
F
ondata nel 1950, è un'eccellenza nel campo del design e nelle collezioni dei maggiori musei d'arte moderna del mondo. In quest'occasione apere la galleria che custodisce le lampade e i prototipi. Imperdibile "Pipistrello", la lampada disegnata da Gae Aulenti nel 1965. Attenzione: l'ingresso è riservato soltanto agli iscritti FAI

Martinelli Luce a Lucca


Castiglione di Garfagnana
I
ncastonato tra gli Appennini e le Alpi Apuane, è un borgo-gioiello. La sua storia parte dall'epoca romana per la sua posizione strategica. Durante queste giornate di riscoperta, verrà attivato un percorso sulle mura e sulla Rocca (proprietà privata aperta solo in rare occasioni).

Castiglione Garfagnana

MASSA
Treno Centoporte
Le
carrozze di questo antico treno sono state trasformate durante la Seconda guerra mondiale in vagoni per il trasporto di ferit nelle campagne di Grecia, Albania, Jugoslavia e Russia. Sono uniche in Italia, ancora arredate con oggetti e attrezzature dell’epoca. Sono state utilizzate anche per il set del film Il Paziente Inglese.

PISA
Basilica di San Pietro a Grado
All'interno di questa basilica gli scavi archeologici (iniziati nel XX secolo) hanno messo in luce resti di una villa romana e la sua trasformazione in luogo di culto. In quest'occasione, si apprezzerà la ricchezza cromatica dell'esterno, confermata dall'uso di 64 bacini ceramici invetriati, provenienti dal Nord Africa.

Basilica di San Pietro a Grado


La Guardaiola - Volterra
U
no degli angoli più affascinanti di Volterra e di Borgo San Giusto: la Guardaiola. Uno dei quartieri più genuini della città, ricco di tesori nascosti.

La guardiola a Volterra

PISTOIA
Fortezza di Santa Barbare e la Terza Cerchia Muraria
Situata nel quartiere sud-est della città di Pistoia, l'edificio si colloca sul confine tra il centro storico e la prima periferia della città. Ha una storia antica che risale all'epoca medievale. Fu rimaneggiato in epoca rinascimentale anche dal Buontalenti.

Fortezza Santa Barbara


Lizzano Pistoiese
Assolutamente da visitare questo borgo vicino a Cutigliano nella Montagna Pistoiese, che in epoca romana segnava il confine tra Gallia Cisalpina e Etruria. Fu teatro di sanguinose battaglie e la più bruciante sconfitta dei Romani è chiamata il massacro della Selva Litana. E' stato luogo strategico della Linea Gotica durante la Seconda guerra mondiale.

Sale d'aspetto e sala ufficio stazione vecchia - Montecatini
Inaugurata il 4 agosto 1937, la stazione ferroviaria di Montecatini è una delle architetture più importanti del Razionalismo toscano e italiano. Nelle tre sale d'aspetto (di prima, seconda e terza classe. Sarà possibile visitare la storica sala del capostazione e l'ufficio movimento della stazione.

Stazione Ferroviaria di Montecatini

Villa Magnani - Pescia
S
orge sui colli di Pescia circondata da oliveti e vigneti. Fu scelta dalla famiglia Magnani nel 1835 come luogo ameno per il riposo estivo.

PRATO
Cantagallo: Fabbrica Beste
U
na fabbrica di tessuti che punta alla massima efficienza energetica per ridurre l'impatto sull'ambiente e massimizzare il valore che ne deriva per il territorio. In quest'occasione Beste offre la possibilità di visitare l’azienda con un tour guidato su tutta la filiera produttiva.

fabbrica BESTE a Cantagallo


Montepiano: borgo delle antiche villeggiatura
U
na località di villeggiatura a 700metri posto in posizione amena tra prati e boschi di aghifoglie.

SIENA
Radicondoli
Antico borgo situato tra la Valdelsa e la Val di Cecina. Il centro si sviluppa intorno a una via principale, lungo la quale si trovano la maggior parte dei monumenti più interessanti. Tra questi, la Chiesa del Crocifisso, all'interno della quale è possibile ammirare il restauro del Crocifisso ligneo dipinto, che dà il nome all’edificio, databile al XIV secolo.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany