Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Villa Bardini (ph. Pasquale Paradiso)

text Teresa Favi ph Pasquale Paradiso

11 Giugno 2021

I giardini più belli di Firenze

Nella città dei fiori, alla scoperta delle oasi verdi meno conosciute, ma assolutamente da visitare

Se la osservate dall’alto, Firenze è un cuore monumentale di vie strette, palazzi in pietra serena e tegole di cotto circondato da un anello di colline. Ma se potessimo guardare oltre le facciate rinascimentali e gli alti muri di cinta che delimitano le proprietà, scopriremmo che l’apparenza inganna e che la città è una scacchiera di giardini nascosti sul retro degli edifici o arrampicati sulle fiancate delle colline dove, soprattutto nel quartiere d’Oltrarno, la città è andata via via a espandersi. E, fatta eccezione per l’arcinoto Giardino di Boboli, bisogna essere ben informati per accedere a questi antichi spazi meno conosciuti, dove la cultura del verde è figlia del gusto mediceo per gli orci di cotto che accolgono rare specie di fiori e di agrumi. Visitateli a maggio, durante le fioriture e nella ‘città dei fiori’ sarete rapiti dai colori, dall’armonia e dalla cura maniacale di questi luoghi speciali.

Giardino delle Rose

Il Giardino delle Rose (viale Giuseppe Poggi, 2) sotto Piazzale Michelangelo, è un luogo magnifico, poco frequentato dai turisti, con 400 varietà di rose. È aperto a tutti, ogni giorno  (eccetto Natale e Capodanno), dalle 9 al tramonto.

Giardino Iris

Il vicino Giardino dell’Iris (viale Michelangelo, 82 e viale Giuseppe Poggi, 3c), aperto solo dal 2 al 20 maggio, dalle 10 alle 18, è uno scrigno dedicato ai fiori simbolo di Firenze, che qui crescono spontanei nei prati scoscesi e tra gli ulivi, in un paesaggio che sembra lontano anni luce dalla città.

Giardino di Villa Bardini

Altro imperdibile indirizzo nell’Oltrarno è il monumentale Giardino Bardini (via de’ Bardi 1 rosso e da Costa San Giorgio 2): la scalinata barocca maestosa, la meraviglia del fitto pergolato di glicine che fiorisce in primavera. E’ aperto tutti i giorni dalle 8.15 alle 18.30, chiuso il primo e l’ultimo lunedì del mese, con biglietto d’ingresso di 8 euro.

Serra Giardino Torrigiani

Nell’estrema parte meridionale dell’Oltrarno si estende su 7 ettari il più grande giardino privato d’Europa, il Giardino Torrigiani già famoso nel Cinquecento come Orto Botanico. E’ visitabile, insieme al Vivaio, ma solo su appuntamento (via dei Serragli 144) mentre tutti posso accedere al bistrot Serre Torrigiani (via di Gusciana, 21).

Giardino Corsini

Di qua d’Arno, l’antico Palazzo Corsini al Prato (via della Scala, 115), dove ancora la famiglia d’origine risiede, è circondato dal magnifico Gardino Corsini, anche scenario di eventi esclusivi come Artigianato e Palazzo che quest’anno è dal 26 maggio al 6 giugno.

Giardino dell'Orticoltura

Infine, il Giardino dell’Orticoltura (via Vittorio Emanuele II, 4) adiacente ai viali, vi accoglie con la splendida serra in stile Liberty, il Tepidarium del Roster, in un’atmosfera tra storia, arte e un pizzico di fascino esotico.

Potrebbe interessarti

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany