Advertising

Connect with Firenze Made in Tuscany

Sign up our newsletter

Get more inspiration, tips and exclusive itineraries in Florence

+
Cenone di Capodanno

Text Teresa Favi

31 Dicembre 2020

I piatti del cenone di Capodanno in Toscana

Cosa preparare per la tavola di San Silvestro tra ricette e prodotti tipici toscani

Quest'anno più che mai c'è voglia di curare i menu delle feste natalizie in ogni dettaglio e senza badare a spese.

Dopo la cena della vigilia di Natale e il grande pranzo del 25 dicembre, non resta che pensare al cenone di San Silvestro. La domanda che molti di voi si faranno è: "Adesso cosa preparo?"

Per aiutarvi, siamo andati alla ricerca delle ricette più tipiche e dei prodotti che più di tutti rappresentano la tradizione e l'eccellenza della gastronomia toscana. Trovedere sicuramente delle idee allettanti per la vostra spesa e ricette meravigliose che parlano Toscano per la vostra esperienza da chef dietro i fornelli. Mettetevi comodi e prendete carta e penna.

ANTIPASTO

  • Crostini di fegatini o crostini scuri

    Fette di pane casereccio, meglio se precedentemente arrostite, splamate con il tradizionale composto cremoso di fegatini di pollo. Sono un must della tavola toscana nelle grandi occasione, quindi quasi d'obbligo il 31 dicembre. Qui la ricetta.

crostini di fegatini

  • Gran piatto di formaggi e salumi

    La qualità dei salumi e dei pecorini toscani è universalmente riconosciuta. Non mancate di allestire un gran piatto con Pecorini di Pienza e altri pecorini di Toscana Dop affiancati da fette di salame toscano, finocchiona, lardo di Colonnata, soprassata e prosciutto del Casentino.

Formaggi e salumi

  • Acciughe alla povera

    La Toscana è bagnata dal mare, ricordatelo sempre, perché il pesce del Mar Tirreno è di grandissim qualità. Se volete provare un antipasto di pesce regionale, ricordatevi di questo piatto a base di acciughe fresche, pulite e lavate, messe a marinare nell'aceto per 5 ore, poi ricoperte di cipolle rosse di Certaldo, condite con olio, sale e pepe, lasciate riposare per due ore al freddo e ci ringrazierete del consiglio!

acciughe

PRIMI

  • Gnudi o malfatti

Gli Gnudi sono il nome fiorentino con cui si indica un primo piatto tipico della tradizione regionale toscana, che consiste in morbide e delicate sfere di ricotta e spinaci (il classico ripieno dei ravioli). La preparazione è facile, basta solo avere l’accortezza di usare una ricotta asciutta e spinaci ben strizzati, in modo che l’impasto non risulti troppo molle. Per ottenere delle palline omogenee si prende il composto con un cucchiaino, si rilascia su un tagliere in cui avevamo messo un velo di farina 00, dopodiché ci si aiuta con i palmi delle mani per dare la forma desiderata. Si lessano in acqua e una volta scolati si condiscono con burro fuso aromatizzato da foglie di salvia, pecorino toscano grattugiato e una bella macinata di pepe nero.

gnudi

  • Pappardelle al ragù di cinghiale

    Questo è uno dei primi piatti più "selvaggi" e tipici della Toscana d'entroterra: dal sapore deciso del cinghiale e con il supporto della porosità delle pappardelle, il risultato per un primo piatto grintoso è assicurato. Particolarmente radicata in Maremma, la ricetta delle pappardelle al ragù di cinghiale è resa speciale dalle tante ore di cottura della carne, che la rendono morbida e perfetta per essere abbinata a un bel piatto di pasta.

Pappardelle al ragù di cinghiale

  • Spaghetti con le arselle

Sono un tipico piatto delle feste, quindi perfetti per il cenone di Capodanno. Per chi non le conosce, le arselle sono le comuni telline, quindi dei frutti di mare.Prima di preparare questa straordinaria ricetta, vi raccomandiamo di far spurgare bene le arselle, mettendole in una capiente ciotola, colma di acqua fredda salata, meglio se di mare, per una giornata intera, cambiando più volte l’acqua in cui sono immerse.

Spaghetti-con-le-arselle

SECONDI

  • Faraona arrosto

    Una ricetta perfetta per la cena di San Silvestra e per ogni occasione importate in cui vorrete stupire i vostri ospiti. La faraona arrosto va servita a centro tavola e poi sporzionata davanti ai commensali. La consistenza della sua carne si può descrivere come a metà tra quella del pollo e quella del fagiano. Per una consistenza ottimale vanno impiegate in cucina faraone abbastanza giovani, che si riconoscono dalle zampe ancora chiare.

faraona arrosto

  • Cotechino o Zampone

    Nonostante l'origine indubbia del Cotetchino e dello Zampone sia tipica della bassa padana, questo prodotto ha trovato in Toscana una terra di grande espressione per i suoi allevamenti di qualità. Importanti macellerie nostrali, come Il Falorni di Greve in Chianti, li producono in maniera artigianale e sarebbe un vero peccato ignorarlo. Sia il cotechino che lo zampone si accompagnano a un contorno di lenticchie (quelle prodotte in Maremma sono straordinarie!) condite con olio nuovo toscano.

cotechino e zampone

  • Pezzogna all'Isolana

    La pezzogna è uno dei pesci più buoni e delicati del nostro mare. Cucinata all'isolana, in forno, con pomodorini, patate, zucchine, carote e olive insieme, è un piatto superbo e leggero che lascerà i vostri ospiti più che soddisfatti.

Pesce all'isolana

DOLCE

  • Panettone

Anche il Panettone non è un dolce tipico toscano, ma i nostri pasticceri ne hanno fatto un vanto della loro arte. Acquistatene uno artigianale e non ve ne pentirete. Ecco gli indirizzi dei 10 migliori panettoni della Toscana.

Panettone artigianale

  • Dolci Natalizi tipici toscani

    Non c'è che l'imbarazzo della scelta: panforte, pambriacone, ricciarelli, cialde, cantuccini e chi più ne ha più ne metta. Cliccate qui per saperne di più.

panforte di siena

Inspiration

Connect with Firenze Made in Tuscany